Stanziati 80 mila euro per il recupero delle statue della scalinata di San Pietro a Modica - Ragusa Oggi

Stanziati 80 mila euro per il recupero delle statue della scalinata di San Pietro a Modica


Condividi su:


Stanziati 80 mila euro per il recupero delle statue della scalinata di San Pietro a Modica
Attualità
11 giugno 2021 18:23

80 mila euro per il recupero delle tre statue della scalinata di San Pietro a Modica. Alle 15 di oggi, presso la medesima chiesa, il parroco Antonino Abbate ha ricevuto la notizia della sottoscrizione di un decreto di somma urgenza per il restauro delle statue e della prima statua a destra sulla facciata della chiesa. Erano presenti  il Soprintendente per i beni culturali di Ragusa dr. De Marco con i tecnici della Soprintendenza, l’Assessore Regionale ai beni culturali Alberto Samonà, l’onorevole Antonino Minardo, il deputato regionale Orazio Ragusa, insieme alle autorità cittadine, il sindaco Ignazio Abbate, e all’incaricato diocesano per l’edilizia di culto Biagio Gennaro.

Nell’occasione i convenuti hanno preso atto di nuove preoccupanti infiltrazioni nella navata sinistra legate a recenti piogge di particolare intensità, a fronte delle quali si sono ripromessi di cercare soluzioni di pronto intervento. Con il presidente della neonata Associazione Culturale “Petra Mazara” ing. Antonio M.G. Criscione, che è sorta proprio per valorizzare la storia ed il patrimonio parrocchiale, ed il tecnico della diocesi, l’Assessore Samonà e gli onorevoli Minardo e Ragusa hanno illustrato le strade che stanno percorrendo per tentare di sbloccare numerosi finanziamenti per ridare lustro al notorio patrimonio cittadino, tra i quali in primis il tanto atteso intervento per la chiesa madre di San Giorgio.

Il presidente dell’Associazione Culturale “Petra Mazara” ha espresso gratitudine agli intervenuti per la sensibilità dimostrata, e per la felice intuizione di avviare una rinascita di Modica e del Val di Noto, dopo la terribile pandemia, tramite il ripristino dei famosi Santoni della scalinata di San Pietro, tanto attenzionati anche dai turisti, ma che in realtà hanno un significato profondo nel recupero delle identità locali e della spiritualità di chi commissionò le opere.

Infatti in diverse occasioni si erano già sottolineati evidenti richiami tra i Santoni della scalinata, le formelle rubate negli anni ’80 raffiguranti gli Apostoli intorno all’Arca Santa e i più recenti Santoni di cartapesta dissennatamente distrutti agli inizi degli anni ’60.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria