Ragusa-Catania: dopo il bando, ecco i prossimi passi


Si è chiuso positivamente l’intervallo di tempo richiesto per la presentazione delle offerte per i 4 lotti della Ragusa-Catania. Il bando era stato adeguato ai rincari del costo delle materie prime su richiesta di un nutrito gruppo di imprese di costruzioni di opere civili. Anas ha quindi comunicato di aver ricevuto più offerte per tutti e quattro i lotti alla chiusura del 28 settembre scorso.

Il cronoprogramma previsto dal decreto Semplificazioni e, già indicato da Anas, definisce in modo particolare tempi e scadenze dell’iter che porterà al perfezionamento dell’aggiudicazione.
Il completamento della procedura di aggiudicazione richiede un tempo massimo di poco meno di 20 settimane nel suo complesso anche se Anas potrebbe riuscire ad abbreviare notevolmente questi termini. L’Anas dovrà innanzitutto nominare una Commissione di valutazione delle offerte che dovrà chiudere il suo lavoro entro 74 giorni a partire dal 28 settembre scorso.

Serviranno altri 24 giorni per l’istruttoria e la delicata verifica dei costi di manodopera e altri 28 giorni fra efficacia dell’aggiudicazione e stipula del contratto.

L’appalto è finanziato con fondi europei e l’Ogv (obbligazione giuridica vincolante) di una parte dei fondi è stata ampliata nei termini al 30 giugno 2023 per tutti e quattro i lotti a seguito delle rimodulazioni.
Nonostante il ritardo accumulato nella procedura dovuto ai quattro rinvii delle gare siamo in linea con i tempi stabiliti nel cronoprogramma.

A spiegarlo, è il comitato per la realizzazione della Ragusa-Catania.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it