';

Ragusa: 165 stranieri percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza: frode per un milione di euro


La Guardia di Finanza di Ragusa ha scoperto 165 persone straniere che hannopercepito il reddito di cittadinanza pur non avendone diritto.

I Reparti sul territorio ibleo, nel solco della consueta e consolidata collaborazione con l’INPS, hanno avviato mirati controlli per verificare la sussistenza dei requisiti legittimanti per la fruizione del “reddito di cittadinanza”.

La concessione del sostegno economico, quale misura di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza ed all’esclusione sociale, è subordinata ad una serie di requisiti, tra i quali quello dell’obbligo della residenza in Italia da almeno 10 anni,
di cui gli ultimi 2 in modo continuativo.
Ed è proprio partendo dal controllo di quest’ultimo requisito che i militari sono risaliti a 165 soggetti stranieri, che hanno percepito indebitamente il Reddito di cittadinanza, per un ammontare di oltre €. 1.000.000.

Quelli scoperti sono, in prevalenza, persone provenienti dal continente africano e dalla penisola balcanica, che sono state segnalate all’INPS per la revoca ed il recupero del beneficio economico, nonché denunciate all’Autorità Giudiziaria per aver fornito dichiarazioni false o per aver omesso di comunicare informazioni
necessarie all’atto della presentazione dell’istanza.