Presentato l’ambizioso programma societario triennale dello Scicli C.R.


Weekend speciale in casa cremisi. Sabato mattina, in conferenza stampa, tenutasi nell’antico palazzo Bonelli-Patanè, è stato presentato l’ambizioso programma societario triennale dello Scicli C. R. Non solo calcio, anche tanta solidarietà per le persone bisognose della città. Il salone principale dello storico edificio nobiliare di via Penna era pieno di atleti, responsabili dei vari settori sportivi e dirigenti. Sul tavolo della conferenza, tra gli altri, anche il sindaco di Scicli, Mario Marino.

È stato il presidente Angelo Massari ad aprire l’incontro, spiegando l’anima di un progetto ambizioso che punta a riportare il calcio a Scicli agli antichi splendori. Prima squadra competitiva, settore giovanile di assoluto valore e un impianto sportivo agibile al cento per cento. Sono i punti cardine del progetto cremisi. ”Occorreranno tre, forse quattro anni, per tagliare l’ambito traguardo del campionato di Eccellenza e questo è possibile con uno stadio efficiente”, hanno detto vertici societari. Il primo cittadino, nel suo intervento, ha spiegato di essere “molto contento del fatto che si sia creato un progetto sportivo di ampio respiro, che coinvolge gli imprenditori del territorio. Un disegno societario che dallo sport si estende al sociale, con numerose iniziative di solidarietà a favore della nostra comunità.

L’Amministrazione – ha ribadito Marino – crede fortemente in questo grande progetto, un nuovo percorso di rilancio del calcio sciclitano. Noi siamo e saremo sempre disponibili e vicini alle società sportive del nostro territorio. Quest’anno siamo entrati in corsa, ma già dal prossimo bilancio porremo in essere importanti azioni finalizzate a ridare piena fruibilità ai nostri impianti sportivi. Ringrazio la società ‘Usd C.R. Scicli’ per l’invito – ha concluso il Sindaco – e colgo l’occasione per esprimere piena condivisione nella scelta di intitolare la sede sociale al compianto Dott. Barolo Guccione, storica figura del calcio sciclitano”.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it