MODICA: AL CAFFE’ QUASIMODO IL 16 APRILE PROSSIMO IL POETA RUMENO GEO VASILE


C’è attesa per l’ospite d’eccezione che sarà presente al Caffè Quasimodo di Modica nell’ambito della settimana della cultura. Si tratta del poeta e scrittore rumeno Geo Vasile, che interverrà al XXV sabato letterario del circolo modicano, che si terrà il 16 aprile  prossimo, alle ore 17,30, a Palazzo Grimaldi.

Nato nel 1942  a  Bucarest, laureato nell’Università di Bucarest, Facoltà di filologia italiana e romena,  Geo Vasile   ha tradotto diversi autori italiani, a partire da  Dante e fino  a Tomasi di Lampedusa,  Cesare Pavese,  Giuseppe Bonaviri, Mario Luzi, Eugenio Montale, Primo Levi, Italo Calvino, Dino Buzzati,  Umberto Eco,  Margaret Mazzantini, Alessandro Baricco.                 

Nel corso della  serata, che è organizzata in collaborazione con l’associazione Akkuaria di Catania, presieduta da Vera Ambra,  Geo Vasile, dopo il saluto dell’assessore alla cultura del Comune di Modica Anna Maria Sammito, terrà una conferenza su Quasimodo dal titolo “Virile contemplazione del mistero”  e leggerà testi quasimodiani sia in italiano che rumeno, mentre il Presidente del Caffè Quasimodo, Domenico Pisana, presenterà la raccolta poetica dello scrittore rumeno “Ninfe & Chimere.  Ad arricchire la serata contribuiranno le note musicali dei Maestri Lino Gatto, alla chitarra, e Daniele Ricca, al violino.

“Questo appuntamento, afferma Domenico Pisana, costituisce un vero e proprio scambio culturale con il quale il Caffè Quasimodo allarga i propri orizzonti di contatto. Vasile è un estimatore di Quasimodo e con piacere abbiamo pensato di ospitarlo nella settimana della cultura sia per conoscere la sua interpretazione della poetica del Nobel, sia anche per dare allo scrittore rumeno l’occasione per  presentare a Modica la sua prima raccolta poetica ‘Ninfe & Chimere’, dove  l’eroe dei versi è una specie di Orfeo in perpetua cerca della sua Euridice, costretto però a fare l’amante delle diverse comparse della Medusa, lacerato tra libertinaggio e rimpianto, tra coscienza selettiva teorica, libresca e l’avventura infantile, eroicomica, autolesionista, tipo don Quisciotte”.

Un appuntamento che va ad arricchire ulteriormente la stagione 2010-2011 del  Caffè Quasimodo!

 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it