LA NOVA VIRTUS RISORGE CONTRO BENEVENTO


Dopo otto sconfitte consecutive la Nova Virtus ritorna alla vittoria e lo fa in modo imperioso contro Benevento. La squadra allenata da Recupido vince per 83 a 60 staccando di due lunghezze la squadra campana in classifica generale. La squadra iblea ha avuto un inizio drammatico nei primi minuti il tabellone del Palapadua segnava 9 a 22 per gli ospiti,  troppo tesi ed impauriti, mentre tra gli ospiti imperversano Claudio Ciampi e capitan Credentino. Coach Recupido ordina la 1-3-1- e, a squadre schierate, la 3-2 ed i sanniti vanno subito in tilt. La Nova Virtus trascinata da  Marcello Giordo risale la china mentre per Benevento il canestro diventa una autentica chimera. Ragusa allunga il “parzialone” d’oro colato sino al 22-2 del 15′, sovvertendo letteralmente e definitivamente l’inerzia del match (31-24 al 15′): Giordo spadroneggia nel parquet e mette la museruola a Ciampi, Casale ispira, i fratelli Andrea  ed Ale Sorrentino sono indemoniati, Mattia Terrana ci mette la “triplona” e la Nova Virtus va al riposo lungo ancora in crescendo (48-32 al 20′), malgrado coach Gianni Recupido  abbia già chiamato in causa per far fiatare tutti anche il sedicenne Carmelo Iurato l’esile ma coraggioso totem fatto in casa Matteo Distefano (19 anni e 208 centimetri).

Dopo l’intervallo Recupido rimette in campo i migliori idem  il collega Annechiarico, ma il prodotto non cambia. La Nova Virtus non molla neanche un centimetro, Sorrentino junior ha i crampi ma è ancor più devastante, Giordo non segna più, ma si sbatte in difesa, mentre tra i campani si è volatilizzato Ciampi e l’ex messinese Lombardo continua a restare latitante. Il solo Credentino non basta e la Nova Virtus sale sino al top (57-33 al 26′), prima di chiudere la frazione con largo e rassicurante margine (66-44 al 30′). Nell’ultima frazione c’è in campo solo la Nova Virtus si segna pochino, Benevento ci crede poco e niente ed i locali continuano a dominare in lungo ed in largo, ascendendo sino al più 28 (82-54 al 39′), con Carmelo Iurato  che trova 2 punti dalla lunetta, un rimbalzo ed un recupero. Dalla lunetta segna pure Matteo Distefano, mentre Giorgione Canzonieri manca il canestro che avrebbe significato l’en-plein degli iscritti a referto ma che non evita l’apoteosi.

Quel che conta, infatti, è che la Nova Virtus è uscita dal tunnel più buio. La squadra iblea nel prossimo impegno affronterà la capolista Liomatic Reggio Calabria. 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it