Il WWF ai Comuni balneari: “Non spianate le spiagge con i mezzi meccanici, rischiamo di perdere fauna e vegetazione”


Pulizia delle spiagge: è importante, soprattutto in questo periodo in cui ci si prepara alla stagione balneare. Manca davvero pochissimo ai mesi caldi e già si vedono i primi bagnanti. Tutto ciò, però, richiede criterio. Farlo con mezzi meccanici, secondo il WWF, rischia di distruggere la fauna e la vegetazione insita nei lidi.

Ogni anno, quando vengono spianati gli arenili dai mezzi pesanti, vengono distutti i nidi di fratino, un rarissimo trampoliere di cui ormai si contano solo 2000 coppie. Per non parlare delle deposizioni di uova della tartaruga Caretta Caretta che, se non vengono indivuati per tempo, rischiano di essere travolti.

Per non parlare della distruzione di intere distese di Pancrazio o Giglio di Mare, di cui le nostre coste si adornano. Si tratta di quei fiori bianchi e profumatissimi che spesso vediamo crescere sulle dune.

La nota del WWF è stata inviata a tutti i Comuni che si affacciano sul Canale di Sicilia e naturalmente alcuni di questi sono in provincia di Ragusa: si tratta dei comuni di Acate, Vittoria, Ragusa, Santa Croce Camerina, Scicli, Modica, Pozzallo e Ispica.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it