Gal Terra Barocca migliora i servizi turistici. Focus a Ragusa - Ragusa Oggi

Gal Terra Barocca migliora i servizi turistici. Focus a Ragusa


Condividi su:


Gal Terra Barocca migliora i servizi turistici. Focus a Ragusa
Economia
7 dicembre 2019 7:49

Miglioramento dei servizi turistici sul territorio del Comune di Ragusa grazie ai fondi previsti dal bando sottomisura 7.5 promosso dal GAL Terra Barocca (per un totale di un milione di euro) nell’ambito delle attività del Psr Sicilia 2014-2020. Tappa, ieri sera all’Assessorato comunale allo Sviluppo Economico del capoluogo ibleo, per illustrare i dettagli del bando che offre agli enti locali la possibilità di presentare progetti per la creazione di piccole strutture per l’accoglienza turistica, così come si potranno ristrutturare immobili pubblici da destinare ai servizi o attività collettive turistiche, artistiche e culturali, educative e naturalistiche.

Il contributo è erogato al 100% a fondo perduto ed è destinato ai Comuni del GAL Terra Barocca, ovvero Ragusa, Modica, Scicli, Ispica e Santa Croce Camerina. Come è stato spiegato dal direttore del GAL, Salvatore Occhipinti, “il bando è rivolto esclusivamente agli enti pubblici ma gli investimenti realizzati dovranno obbligatoriamente essere assegnati a privati, senza fini di lucro, per consentire così una gestione funzionale ed efficace. Potranno essere previsti dei servizi non gratuiti che consentiranno così la copertura di eventuali costi di gestione. Un modello che permetterà di evitare problemi di natura funzionale che nascono spesso quando l’ente pubblico si trova a gestire dei servizi non potendo contare su adeguate risorse economiche e umane”.

Ad aprire i lavori sono stati il sindaco di Ragusa, Peppe Cassì e il vicesindaco ed assessore allo Sviluppo Economico, Giovanna Licitra. Entrambi hanno sottolineato l’importanza del GAL Terra Barocca che sta operando per valorizzare al meglio le opportunità di sviluppo comune ma anche le peculiarità del territorio. “Stiamo lavorando in rete anche con gli altri Comuni del GAL con l’obiettivo di andare a migliorare i servizi in ambito turistico e creare un’azione di sviluppo che guarda al futuro – ha detto il sindaco Cassì – Non a caso abbiamo coinvolto anche gli stakeholder portatori di interesse nel settore di riferimento oltre ai funzionari comunali e agli amministratori locali a cui spetta il compito adesso di lavorare per la stesura dei progetti da presentare per la richiesta di finanziamento”.

E si è già al lavoro su alcune ipotesi concrete, come ha spiegato il vicesindaco Licitra: “Uno dei progetti che intendiamo presentare riguarda il miglioramento della fruizione del Castello di Donnafugata considerato che abbiamo, con altri fondi europei, ottenuto il via libera per la ristrutturazione di alcuni caseggiati antistanti il maniero e che potrebbero dunque ospitare i servizi turistici oggetto del bando della sottomisura 7.5 del Psr. Naturalmente questa è solo una delle ipotesi su cui stiamo lavorando ma è intenzione dell’Amministrazione comunale, anche in risposta alle richieste che arrivano dagli operatori presenti sul territorio, immaginare altri progetti che potranno coinvolgere ad esempio Marina di Ragusa o la frazione rurale di San Giacomo, considerato che il bando prevede anche interventi per iniziative culturali e naturalistiche”. Dopo il momento di approfondimento su queste opportunità per i Comuni, nella riunione di ieri, con l’intervento anche di Giovanni Capuzzello animatore GAL, si è provveduto a presentare il progetto n.1/2019 “Il masterplan turistico dei Comuni del GAL Terra Barocca” a valere sul bando 19.2 “a regia GAL” che prevede la progettazione partecipata in brainstorming nella quale gli stakeholder diventano parte attiva nello sviluppo del territorio avanzando idee, proposte e utili suggerimenti per la realizzazione di un progetto comune.

Il GAL ha già avviato i primi incontri informativi al Comune di Modica, a Scicli e a Ispica e dopo Ragusa toccherà martedì prossimo 10 dicembre alle 17,30 a Santa Croce Camerina (presso la biblioteca comunale). Successivamente si svolgeranno altri appuntamenti per illustrare invece i due bandi della sottomisura 6.4 C che prevedono il supporto agli investimenti privati per la creazione o sviluppo di imprese extra-agricole nei settori commercio – artigianato – turismo – servizi – innovazione tecnologica.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria