';

Finanziata la ristrutturazione della Cacioteca Regionale promossa dal CoRFiLaC. Ecco come si interverrà


Importante attenzione verso il CoRFiLaC e il territorio Ibleo da parte del Governo Regionale che, con la Delibera della Giunta Ragionale del 29 dicembre 2021 su proposta del Presidente della Regione On. Nello Musumeci, ha finanziato la “Ristrutturazione e Manutenzione Straordinaria della Cacioteca Regionale Siciliana del CoRFiLaC”, per un importo di 798.641,20 Euro.

Il Consiglio Direttivo ed il personale del CoRFiLaC ringraziano il Governo Regionale per la fiducia accordata e per il gesto di grande speranza per il rilancio del Consorzio per la Ricerca nel settore della Filiera Lattiero Casearia e dell’Agroalimentare, istituzione che sta già lavorando intensamente per riposizionarsi a livello internazionale per la ricerca sulle Produzioni Casearie Tradizionali Siciliane e non solo.

La ricerca pubblica ed istituzionale a supporto dei piccoli produttori che operano un’agricoltura sostenibile a tutela di territori spesso marginali, rappresenta un’opportunità di sviluppo per una civiltà contadina spesso dimenticata. Una civiltà che per scarsità di adeguati mezzi economici non riesce a valorizzare al meglio prodotti d’eccellenza, testimonial della secolare cultura lattiero-casearia dell’isola, ricca di bio-diversità. Prodotti ricercati dai consumatori ma che spesso non riescono ad uscire dai limiti del mercato locale.

Il CoRFiLaC sin dalla sua istituzione si è dedicato al sostegno di queste realtà rurali che non rappresentano semplicemente un comparto produttivo, bensì dei presidi territoriali a difesa dell’ambiente e della bio-diversità specifica dei diversi luoghi di produzione, altrimenti inutilizzabili per la marginalità degli stessi. Oggi questo ente di diritto pubblico, grazie anche alla rifunzionalizzazione della Cacioteca Regionale Siciliana, ed attraverso le ricerche sulla qualità e la certificazione delle DOP, le ricerche di mercato e sul comportamento dei consumatori, che verranno messe a punto all’interno di un nuovo laboratorio di neuroscienza (Brain Lab) di recente istituzione, cercherà di aiutare i piccoli produttori a valorizzare queste produzioni con appropriate strategie di comunicazione, promozione e marketing.

Pertanto si ringrazia il Presidente On. Musumeci per aver mantenuto l’impegno preso in occasione della visita al CoRFILaC, organizzata dall’On. Assenza nel mese di maggio, e per le parole di speranza espresse per un rilancio del CoRFiLaC, concretizzatesi anche in occasione dell’ultima finanziaria garantendo gli stipendi ai dipendenti ed una attività di base indispensabile per una riattivazione della struttura.

Le risorse finanziare necessarie per riportare il CoRFiLaC ai lustri di un tempo sono di entità maggiore rispetto all’attività di base, ma siamo fiduciosi considerato il positivo riscontro espresso da tutti i Parlamentari della Provincia di Ragusa che hanno sostenuto il CoRFiLaC fortemente all’ARS. Fondamentale è stato il sostegno del Presidente dell’Assemblea Regionale, della Commissione Bilancio, dell’Assessore al Bilancio e dell’Agricoltura.

E’ tangibile una nuova aria propositiva verso il CoRFiLaC che lascia ben sperare.

È doveroso ricordare anche il contributo del Comune di Ragusa e del Sindaco Giuseppe Cassì, sia per la vicinanza istituzionale, sia per la sua operatività poiché grazie alla delibera nella seduta del Consiglio Comunale del 21 dicembre 2021 della concessione del diritto di superficie sull’area su cui insiste la Cacioteca, ha finalmente posto fine a anni di difficoltà nel porre in essere delle attività all’interno di tale struttura, con un atto necessario all’utilizzo delle risorse concesse dal Governo Regionale.

Nel ribadire un ringraziamento esteso anche ai funzionari regionali e locali che hanno reso possibile quanto sopra riportato, il CoRFiLaC con i suoi organi di indirizzo ed il suo staff si assume la responsabilità di continuare a lavorare con il massimo impegno al servizio del territorio siciliano ricco di eccellenze non solo agroalimentari ma soprattutto umane poco riconosciute e valorizzate.
Giuseppe Licitra presidente Corfilac