Entra nel vivo a Ragusa Ibla il Festival della Danza


RAGUSA – Inaugurazione a passo di danza per la quinta edizione del “Festival della Danza – Città di Ragusa” che ieri ha preso il via a Ragusa Ibla. Un intenso fine settimana dedicato alla grande arte coreutica che fino a domani animerà le strade del quartiere barocco addobbato a festa per l’occasione. Con l’emozionante visione del Balletto “Don Quixote” del Ballet Nacional de Cuba, diretto da Alicia Alonso, all’interno del progetto di educazione alla danza rivolto ai più piccoli, si è aperta la manifestazione organizzata dall’Associazione “Progetto Danza”, con il contributo del Comune di Ragusa (Assessorato al Turismo e agli Spettacoli). Avvicinare il grande pubblico alla danza è lo scopo del festival che domani, domenica 28 aprile, vivrà il suo momento clou, con l’attesissima quarta edizione del concorso “Città di Ragusa”, riservato alle discipline classico e contemporaneo per solisti e gruppi con attesi circa 200 partecipanti. L’Auditorium San Vincenzo Ferreri accoglierà i ballerini provenienti dalle scuole più importanti della Sicilia e non solo, che saranno impegnati nella competizione (ingresso riservato ai concorrenti). A valutarli una prestigiosa giuria composta dal ballerino e coreografo Fabio Crestale, direttore della compagnia “IFunamboli” e professore al Conservatoire Meudon nonché danseur all’Opera de Paris, che sarà il presidente di giuria; Mia Molinari, prima ballerina televisiva Rai e Mediaset; George Postelnicu, già primo ballerino dell’Opera Nazionale di Bucarest e Isadora Gorra, già Ballerina del Teatro dell’Opera di Roma. Sempre domani all’Auditorium San Vincenzo Ferreri, altro momento atteso è il “Premio Città di Ragusa alla composizione coreografica” che vedrà sfidarsi i coreografi in creazioni della durata di pochi minuti. Oggi pomeriggio invece attenzione particolare alle lezioni di danza con la bravissima Isadora Gorra che si terranno nella sede della scuola “Progetto Danza” (lezioni a pagamento e con obbligo di prenotazione).
Già da ieri a Ragusa Ibla si respira “aria di danza” grazie alle mostre collaterali al programma più strettamente coreutico, realizzate in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale Antica Ibla, che animeranno il viale XXV Aprile fino a domani. Ammirate dai tanti turisti e dalla gente locale, le mostre regalano un omaggio alla danza attraverso scatti fotografici e non solo, ospitati nelle vetrine e all’interno dei negozi della centrale via. Davvero preziosa l’esposizione dedicata a “I Tutù dei grandi balletti Classici”, in collaborazione con “Majoca”, la storica sartoria teatrale di Catania diretta da Simonetta Sgalambro, figlia del famoso Manlio, filosofo e paroliere di Battiato nonché della sua canzone La Cura”, che ha messo a disposizione la sua collezione di tutù. Emozionanti invece i ritratti di ballerine incorniciate dalle tipiche porte barocche dei monumenti e delle case di Ibla racchiusi nella mostra “Porta Sicula” e gli scatti realizzati Arti Visive Studio dell’esposizione “Passaggi di Livello” che mostrano una rivalutazione degli antichi caselli dismessi che ritrovano un’altra funzione grazie proprio alla danza. Le mostre resteranno allestite fino a domani sera.

Partner del Festival della Danza sono: Comune di Ragusa, Progetto danza, Arti Visive, Centro servizi culturali, Centro commerciale naturale Antica Ibla. Sponsor: Banca Agricola Popolare di Ragusa, WikiWeb Agency, il B&B “A casa di Grazia” e Majoca Sartoria Teatrale.
Per info sul programma e sulle iscrizioni e partecipazioni alle lezioni di danza, al Concorso Città di Ragusa e al Premio Città di Ragusa alla composizione coreografica è possibile visitare il sito: www.festivaldelladanzaragusa.it. Contatti 3335942871, 3392925512, info@festivaldelladanzaragusa.it.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it