EDUCARE I GIOVANI ALLA CULTURA DELLA SICUREZZA SUL LAVORO


L’Istituto d’Arte di Comiso, la Piccola Industria di Confindustria e il Centro IRC dell’ASP di Ragusa, condividendo l’obiettivo di educare i giovani alla cultura della sicurezza del lavoro e alla partecipazione civica alla prevenzione sanitaria locale, hanno ieri offerto agli studenti dell’Istituto comisano una preziosa opportunità formativa sulle tecniche di rianimazione, spendibile sia nel contesto lavorativo che nel contesto sociale locale.

Il matinee formativo, coordinato dalla Prof.ssa Lucia Castilletti insieme al collega Prof. Vincenzo Cantelli, è stato introdotto dal Presidente della Piccola Industria di Confindustria Ragusa, Davide Guastella, il quale ha sottolineato l’importanza di una collaborazione scuola-impresa per la formazione dei giovani nei campi della sicurezza e della prevenzione sanitaria, esprimendo il desiderio delle piccole e medie industrie ragusane di contribuire a una preparazione dei giovani che li aiuti ad affrontare la realtà sviluppando competenze tecnico-operative utili all’inserimento lavorativo e alla solidarietà sociale.

Al suo intervento ha fatto seguito la lezione teorico-pratica sulle tecniche di rianimazione, curata dal Dr. Vito Perremuto e dal Dr. Antonino Nicita del Centro IRC dell’ASP di Ragusa, che hanno fatto toccare con mano gli strumenti e le modalità di rianimazione da adottare di fronte a persone coinvolte in episodi di fibrillazione cardiaca.

I promotori dell’iniziativa si sono ripromessi di ripetere l’esperienza anche nel prossimo anno scolastico, nell’ambito di una collaborazione ormai consolidata fra Confindustria Ragusa e Istituto d’Arte di Comiso.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it