Dal verde pubblico alla canapa. Ecco come si è reinventato l'ex assessore grillino Zanotto. Fa parte di Canapar srl che si apre a Ragusa, l'impianto più grande in Italia. Mercoledì l'inaugurazione. - Ragusa Oggi

Dal verde pubblico alla canapa. Ecco come si è reinventato l’ex assessore grillino Zanotto. Fa parte di Canapar srl che si apre a Ragusa, l’impianto più grande in Italia. Mercoledì l’inaugurazione.


Condividi su:


Dal verde pubblico alla canapa. Ecco come si è reinventato l’ex assessore grillino Zanotto. Fa parte di Canapar srl che si apre a Ragusa, l’impianto più grande in Italia. Mercoledì l’inaugurazione.
Economia
10 gennaio 2019 21:56

Da assessore al verde pubblico a produttore di distillati di canapa. Il passo è breve. L’ex assessore grillino Antonio Zanotto, originario di Treviso, si è innamorato della provincia iblea al punto tale da decidere di proseguire il suo futuro professionale in questa zona. Adesso fa parte di una nuova società che nasce a Ragusa e si occupa della produzione di olii essenziali e distillati di canapa industriale per usi farmaceutici e cosmetici.

Un’impresa che si inaugura mercoledì 16 gennaio 2019 alle ore 19 a Ragusa presso Contrada Piancatella – Zona Industriale IV Fase, alla presenza del Sindaco della Città Peppe Cassì, dell’assessore allo Sviluppo Economico Giovanna Licitra e delle autorità politiche e militari, la cerimonia di inaugurazione di inizio dei lavori del nuovissimo stabilimento di Canapar, l’impianto più grande in Italia.

Canapar Srl è la filiale italiana con sede a Ragusa e ha l’obiettivo di sviluppare ed implementare la diffusione della canapa in Italia ed in Europa. Il fine è quello di ottimizzare la coltivazione ed i processi di estrazione relativamente alla produzione dei principi attivi utili al mercato cosmetico e farmaceutico. Per far ciò, Canapar ha creato una solida rete di agricoltori nel Sud Italia e ha stabilito una partnership con il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania per lo sviluppo della tecnica colturale e l’individuazione delle varietà di canapa industriale più adatte al clima mediterraneo.

“Per la Sicilia, e in generale per l’Italia e tutta l’Europa, si stanno aprendo scenari importantissimi per il mercato della canapa e dei suoi derivati”, commenta Sergio Martines, CEO Canapar Corp. “Si stima che il mercato degli estratti della canapa crescerà di 2,1 miliardi di USD entro il 2020, pari ad un incremento del 700% rispetto agli utili maturati dalle imprese nel 2016”.
foto di repertorio


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria