Continua la beffa per i vigili stagionali in attesa di assunzione. Il vicesindaco Iannucci: “Colpa del Consiglio”, Le opposizione: “Responsabilità grilline”


“Non ci sono più le condizioni per procedere. Aspettavamo l’approvazione del rendiconto 2016 che, però, è stato contrassegnato da alterne vicende per quanto accaduto in Consiglio comunale. Per questo motivo tutto è saltato. Ci dispiace parecchio per i vigili urbani stagionali, una decina di unità, che erano stati addirittura contattati quest’estate salvo dover rivedere tutto per una serie di problematiche tecnico-amministrative. So che loro speravano nella risoluzione della vicenda. Ma tutto è venuto meno per le difficoltà sul bilancio consolidato in cui il Consiglio comunale si è impelagato. Non voglio scaricare responsabilità nei confronti di chicchessia. Ma questa vicenda, purtroppo, ha avuto un esito spiacevole. Speriamo di recuperare in qualche modo nei prossimi mesi”. Così parla il vicesindaco Massimo Iannucci, stamani al quotidiano La Sicilia sul caso dei dieci candidati risultati idonei a prestare servizio come vigili urbani stagionali la scorsa estate, pronti ad entrare in servizio anche per soli due o tre mesi. Come si ricorderà la vicenda fece sorridere mezza città visto che ai vigili urbani stagionali pronti per essere assunti furono prese le misure per le divise e fu detto loro di prendere servizio salvo poi dire che si stava… solo scherzando nel senso che non si trovarono i fondi per procedere.
Insomma, il rischio, a dire il vero quasi una certezza ormai, come segnala il quotidiano La Sicilia, è che trascorrendo questi ultimi giorni dell’anno, bisognerebbe riavviare per intero la procedura per cui i dieci stagionali non avrebbero più alcuna certezza di essere riassunti, magari per la prossima estate, e sarebbe necessario riavviare per intero l’iter.
E naturalmente le opposizioni rispediscono le accuse all’Amministrazione pentastellata. Lo fa il Lab 2.0 di Sonia Migliore. Questo il testo integrale della replica: “Fortunatamente l’esperienza grillina al Comune di Ragusa volge al termine: a leggere certe esternazioni sulla stampa vien la pelle d’oca, soprattutto quando si tenta di nascondere il sole con la rete”. Così il portavoce del Lab 2.0, Sonia Migliore, commenta la notizia apparsa oggi sui quotidiani e che riguarda il blocco delle assunzioni al Comune di Ragusa, nello specifico quelle di dieci vigili urbani stagionali. “Il vice sindaco Iannucci, ‘erede’ di Piccitto – continua Migliore – torna a raccontare falsità agli aspiranti agenti di polizia municipale. Già ad agosto, quando emerse questo problema, avevamo spiegato che nell’approvazione del Conto consuntivo del 2016, approvato dal Comune di Ragusa in netto ritardo, sono mancati due atti importantissimi, cioè il Conto economico e lo Stato patrimoniale dell’Ente. La mancata presentazione al Consiglio comunale e quindi la non approvazione entro il 31 luglio di questi documenti comporta l’applicazione delle misure previste dalla legge e che prevedono, tra le altre cose, il blocco delle assunzioni di qualsiasi tipo. Iannucci insiste, dallo scorso agosto, nel parlare di un ‘blocco’ da parte del Consiglio comunale, blocco che non c’è stato. Semmai il vice sindaco dovrebbe solo chiedere scusa a quelle dieci persone, a nome suo e dell’intera Giunta, per l’incapacità dimostrata, per il non aver saputo programmare per tempo i corretti atti da approvare. Atti che sono stati approvati solo a ottobre”. “Insomma, dallo scorso agosto l’Amministrazione grillina di Ragusa prende in giro la città e dieci persone risultate idonee a prestare servizio come vigili urbani. Per fortuna – conclude Migliore – a Piccitto e compagnia rimane poco tempo per fare altri danni”.
E sulla vicenda critiche arrivano alla Giunta grillina anche da Territorio che dice: “Risibili le scuse del vicesindaco Iannucci. Ancora una volta la Giunta pentastellata ha dimostrato di non sapere amministrare la città”.
[image: Immagine incorporata 1]

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it