';

Come aumentare l’autostima e riacquistare la fiducia in sé stessi


Capita a tutti un momento della vita in cui si sente di non aver più fiducia in sé stessi e si avverte un senso di smarrimento al quale non si sa come porre rimedio.

Nel nostro articolo scoprirai come aumentare l’autostima di se stessi, riacquistare la fiducia persa dopo una sconfitta o essere semplicemente più sicuri di sé con degli esercizi o metodi pratici e semplici da applicare.

Pronto a scoprire come avere più autostima? Ecco cinque metodi per acquisire sicurezza e riconquistare la fiducia in sé stessi.

1. Aumentare autostima e fiducia: realizzando obiettivi concreti

Spesso l’autostima viene messa a dura prova dall’incapacità di portare a termine degli obiettivi prefissati. Si vive con i sogni chiusi nel cassetto, che ci fanno immaginare una vita diversa, ma che rimangono la, insieme a tanti obiettivi che nel tempo sono diventati carta straccia.

Iniziare a mettersi alla prova con grandi obiettivi, insormontabili e che creano sfiducia, non è sicuramente il metodo migliore per recuperare fiducia in sé stessi. Realizzare invece piccoli obiettivi giornalieri concreti, aiuta man mano ad aumentare la propria autostima, arrivando a porsi anche intenti più ambiziosi.

Creandoti e raggiungendo obiettivi concreti innescherai una serie di buone abitudini che ti permetteranno di migliorare la tua autostima e al contempo inserirti in un percorso che allontana la procrastinazione e che si costella di piccoli successi.

Ad esempio, vuoi iniziare a leggere di più per ampliare le tue conoscenze. Questo è un obiettivo semplice che però ti può aiutare a innescare il giusto circolo di successi che ti porterà a porti scopi più ampi.

Se vuoi leggere di più il primo passo sarà:

  • Ritagliarti 5 minuti al giorno per leggere due/tre pagine di un libro
  • Dopo una settimana, provare a leggere 10 minuti al giorno
  • Passate due settimane, ritagliarsi 20 minuti al giorno per leggere
  • Infine, dopo un mese raggiungere l’obiettivo di leggere 30 minuti al giorno

Questo è un esempio di come con costanza e impegno, senza fare grandi sforzi si possano raggiungere piccoli obiettivi che saranno come fiale d’iniezione di fiducia per te stesso e la tua autostima.

2. Allenarsi per aumentare la fiducia in sé stessi

Quante volte ti sei imposto di andare in palestra, di perdere due o tre chili di troppo, di fare esercizio per stare meglio, ma non l’hai fatto? Oppure hai iniziato abbandonando ai primi ostacoli?

Fare allenamento ogni giorno, non è solo un metodo per riuscire a combattere la procrastinazione, ma può aiutare anche a recuperare fiducia in sé stessi.

Lo sport richiede disciplina e impegno, permette di aumentare le proprie energie giornaliere, aiuta ad essere più dinamici e anche più resilienti.

Iniziare ad allenarti con un programma corretto e progressivo migliora sia l’aspetto fisico, che spesso può causare un calo drastico dell’autostima e fiducia di sé, sia il proprio animo. Infatti, ci si sente man mano più fiduciosi, felici e pronti ad affrontare ostacoli e cambiamenti.

Questi anche grazie anche agli effetti dell’esercizio che portano ad un aumento delle endorfine, alla riduzione dello stress, al contrasto dell’ansia, a uno stato mentale più attivo e resiliente.

Facendo esercizio fisico si può aumentare la sicurezza in sé stessi e senza bisogno di spendere davvero soldi! Infatti, se adesso non ti puoi permettere di andare in palestra ci sono diverse attività che puoi svolgere da solo.

Puoi scegliere di fare una bella camminata veloce, di correre, seguire i percorsi fitness che si trovano nei parchi, fare esercizio in casa, unirti a un gruppo di Yoga all’aperto, scegliere di fare Street Workout ecc…Non importa qual è lo sport che scegli l’importante è seguire un allenamento preciso e senza trovare scuse inconsistenti per non farlo.

3. Pensa a te stesso con connotazioni positive

Avere fiducia in sé stessi è un vero e proprio lavoro. Spesso infatti, bisogna fare degli esercizi per accettare sé stessi, tra i quali smettere di pensare solo con connotazioni negative.

Abbiamo la strana e insana abitudine di paragonare il nostro percorso, le nostre capacità, i nostri obiettivi a quello degli altri.

Se qualcuno raggiunge un determinato obiettivo, mentre noi ancora non abbiamo trovato la nostra strada ci sentiamo persi, falliti e di conseguenza completamente sfiduciati.

Sembra banale dirlo, ma se si vuole essere felici e aumentare la propria autostima bisogna smetterla di guardare cosa fanno e quali traguardi raggiungono gli altri.

Devi iniziare a pensare a te stesso e soprattutto a trovare ciò che di positivo c’è in te. Devi scoprire che cosa sai fare e in cosa sei bravo, non rimuginare su ciò che non sei in grado di fare, sugli errori che hai fatto oppure sui fallimenti passati.

Il passato non si può cambiare, questo è un assunto che deve entrare nella tua mente. Non puoi cambiare i tuoi errori, le tue decisioni, le volte che sei scappato, le delusioni, ecc…

Tutte quelle sensazioni negative fanno parte appunto di una parte della vita che non c’è più. Continuare a riviverle nell’ombra del passato fa sì che si dissipi anche il proprio presente e il proprio futuro, oltre a generare uno stato d’ansia che limita anche le proprie azioni.

Il presente si può vivere e il futuro si può cambiare, solo se sei disposto a modificare il tuo assetto mentale passando dal pessimismo a un sano ottimismo (con un dose di realismo che non guasta mai).

Ti voglio illustrare un semplice esercizio:

  1. Prendi un diario o un quaderno vuoto
  2. Scrivi tutti i tuoi lati positivi
  3. Scrivi tutti gli obiettivi che hai raggiunto
  4. Infine, definisci gli obiettivi che vuoi raggiungere e cosa vuoi migliorare di te
  5. Prendi infine un foglio bianco e scrivi tutte le tue: paure, delusioni, ostacoli non superati, decisioni sbagliate.

Il foglio con tutto ciò che ha caratterizzato il tuo passato, guardalo un’ultima volta, leggi le cose che ti hanno fatto soffrire, e adesso strappalo.

Adesso tutte quelle sensazioni, quel disegno che avevi di te appartiene al tuo passato. Non esiste più adesso c’è solo il te del presente e quello del futuro.

Eliminata tutta la negatività, crea adesso una lista con tre obiettivi (non troppo ambiziosi) da raggiungere e con tre nuove abitudini che vuoi intraprendere.

Datti il giusto tempo, ad esempio 30-60-90 giorni per raggiungerli. Dopo di ché, ogni volta che ti senti: sfiduciato, che inizi ad avere paura di non farcela prendi il tuo quaderno e leggi i lati positivi che ti caratterizzano e le sfide che hai superato in passato.

Con quest’esercizio inizierai a ricostruire la tua autostima, ti sentirai una persona più libera e soprattutto sarai più concentrato sul tuo percorso di vita e non su quello degli altri.

4. Imparare a non procrastinare con la strategia del vuoto

Tutti siamo un po’ dei procrastinatori, specie quando non vogliamo fare qualcosa. Ma come avere autostima può essere correlato al non procrastinare?

Semplice, ogni volta che rimandiamo un’attività perché abbiamo paura, perché ci mette troppa ansia, o semplicemente perché non ne abbiamo voglia, una piccola parte della nostra autostima si perde nel vuoto.

Il motivo è semplice, sé procrastiniamo non raggiungiamo gli obiettivi prefissi, se non arriviamo a realizzare il nostro proposito abbassiamo il nostro livello d’autostima.

Quindi quando ci si chiede come credere in sé stessi, un passo importante è abbandonare l’abitudine di procrastinare.

Un buon metodo per imparare a non rimandare continuamente gli impegni e ciò che dobbiamo fare è: la strategia del vuoto.

Questa strategia inventata dallo scrittore di gialli Raymond Chandler, è davvero molto semplice da seguire.

Non vuoi fare quell’attività che ti eri prefisso? Allora non devi fare niente o svolgere un’attività complementare che sia davvero importante.

Che vuol dire, se non vuoi lavorare al tuo progetto, allora ti devi fermare e non far nulla ma proprio niente: no alla TV, a Facebook, a Internet, ai social network di ogni genere. Insomma il nulla. In questo modo, ci si renderà presto conto di stare immobili senza far niente, questo genererà fastidio e consapevolezza e porterà il procrastinatore a rimettersi all’opera.

La seconda soluzione è fare un’attività complementare. Ad esempio, stai strutturando un nuovo progetto per avviare un business. Non hai voglia di continuare a lavorare o di fare quell’attività che ti eri prefissato. In questo caso un’attività complementare è leggere un libro di marketing o comunque relativo al business che si vuole avviare.

Insomma, le attività complementari devono mantenere la mente concentrata sempre sull’attività primaria anche se in quel momento non la si sta svolgendo davvero.

5. Cerca soluzioni non creare ostacoli

Una delle insidie più pericolose nelle quali possiamo cadere quando non abbiamo fiducia in noi stessi e la nostra autostima scarseggia è non riuscire a far altro che crearsi ostacoli.

Insomma, le difficoltà ci sono per tutti! Nessuno ha avuto una vita senza un misero imprevisto che gliela sconvolgesse o smuovesse un po’. E poi pensa come sarebbe noioso se tutto andasse sempre come deve andare, alla fine diventeremmo apatici che sanno già che non ci saranno problemi sulla propria strada.

Dunque assodato che chi più chi meno ha degli ostacoli da superare, la cosa importante è: come si affrontano i problemi.

Iniziare a piangersi addosso per ogni singola cosa vada storta nella propria vita senza avere il coraggio di rialzarsi, non fa altro che creare ostacoli sopra ostacoli. Alla fine, la negatività ci porta più facilmente in un percorso pieno di insidie da cui è difficile uscire. Insidie che ci siamo creati anche nella nostra mente, lasciandoci abbattere e incapaci di reagire.

Quando invece si presenta un ostacolo, che sia piccolo o grande, la giusta reazione è cercare una soluzione. Qualunque sia il problema che ti affligge al momento, cercare una soluzione aiuta in primis a superare quella sensazione di tristezza che ti porta solo al fallimento, ma ti permette anche di aumentare la fiducia in te stesso.

Se sei convinto di voler riacquistare fiducia e autostima, non devi perdere altro tempo: smettila di pensare che tutte le disgrazie del mondo si stanno riversando su di te. Inizia a capire come puoi risolvere i tuoi problemi. Concentrati sulle soluzioni.

Questa nuova impostazione mentale ti aiuterà a liberarti di inutili piagnistei, e ti permetterà di riconquistare passo dopo passo il giusto grado di fiducia in tè stesso.