Autocompattatori incendiati a Vittoria, reazioni dai candidati sindaco Di Falco e Sallemi - Ragusa Oggi

Autocompattatori incendiati a Vittoria, reazioni dai candidati sindaco Di Falco e Sallemi


Condividi su:


Autocompattatori incendiati a Vittoria, reazioni dai candidati sindaco Di Falco e Sallemi
Cronaca
12 agosto 2020 18:55

“L'incendio di due autocompattatori in contrada Giardinello,   utilizzati in passato per la raccolta dei rifiuti è un segnale inquietante e preoccupante per l'intera città”. Così Salvatore Di Falco, candidato a sindaco di Vittoria per la lista civica ‘Vittoria Unita’.

“Certo che le forze di Polizia individueranno il contesto in cui è maturato questo incendio e accerteranno l'origine, il mio auspicio forte e chiaro – aggiunge Di Falco –  è che Vittoria non potrà subire alcun condizionamento criminale e deve andare al voto liberamente e democraticamente. La città di Vittoria ha voglia di tornare alla normalità, nel rispetto delle regole democratiche e della convivenza civile, perseguendo giorno dopo giorno la ricerca della legalità.  Confido – conclude Di Falco-  nel lavoro delle Forze dell’Ordine che presto, sono certo, arriveranno alla verità perché Vittoria deve vivere senza alcuna 'cappa' e respingere le intimidazioni o le pressioni malavitose e criminali”.

In merito all'incendio di due mezzi per la raccolta rifiuti a Vittoria anche il candidato a sindaco del centro destra Salvo Sallemi ha dichiarato: " Si tratta senza alcun dubbio un fatto grave e da approfondire.Spero che gli inquirenti possano risalire alla natura del rogo e, se doloso, agli eventuali responsabili. La città non può essere in alcun modo ostaggio di torbidi interessi. Dal canto mio ho già presentato qualche giorno fa un esposto su alcune affermazioni relative a un presunto appoggio di certi ambienti criminali a qualche candidato. Anche in questo caso chiedo con fermezza l'accertamento dei fatti. Lo scotto che Vittoria ha pagato è già troppo alto e confidiamo nel prezioso lavoro delle forze dell’ordine a tutela della legalità".

Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria