ARRESTATO PER FURTO DOPO UN INSEGUIMENTO SUI TETTI


Inseguito fin sopra i tetti del centro di Ragusa e poi arrestato. L’accusa è di furto con strappo e lesioni personali per il cittadino albanese, Martin Kshtejari, ventenne clandestino. Una dinamica dei fatti degna dei migliori film polizieschi, quella in cui si è trovato coinvolto il personale della squadra Volanti, quando ieri sera, intorno alle 19,30, durante un normale servizio di controllo in via Dante, è stato attirato dalle urla di una signora ragusana settantenne, che, a terra dolorante, invocava aiuto, mentre un giovane, con una borsa in mano, si dava alla fuga.

Da qui la corsa per acciuffarlo: il ladro, rifugiatosi all’interno di un’abitazione distante circa cinquanta metri, rivelatasi poi essere la casa della sorella di quest’ultimo, ha tentato una rocambolesca fuga sui tetti, dove è stato raggiunto dagli agenti dopo poco tempo.

Recuperata anche la borsa della vittima, che è stata trasferita al Pronto Soccorso a causa delle lesioni riportate: ne avrà per dieci giorni. 

Secondo la ricostruzione dei fatti, lo scippatore si era avvicinato alla signora, tentando più volte di strapparle la borsa e vista la resistenza, non ha esitato a scaraventarla a terra.

Un episodio, che avrebbe potuto avere conseguenze più gravi. Il questore di Ragusa, Filippo Barboso, ha rassicurato la cittadinanza sull’incremento delle pattuglie di controllo del territorio in tutte le fasce orarie, per prevenire fatti di questo tipo.

 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it