Alimentari e giocattoli: questi i regali più gettonati a Natale secondo il Codacons - Ragusa Oggi

Alimentari e giocattoli: questi i regali più gettonati a Natale secondo il Codacons


Condividi su:


Alimentari e giocattoli: questi i regali più gettonati a Natale secondo il Codacons
Economia
9 dicembre 2019 17:36

Alimentari e giocattoli saranno quest’anno i prodotti più regalati a Natale. Lo afferma il Codacons, che diffonde le prime stime su preferenze e tendenze degli italiani in vista delle prossime festività.

Francesco Tanasi Segretario Nazionale spiega che “Anche quest’anno gli alimentari e i giocattoli saranno i padroni incontrastati del Natale, ed entrambi i settori risultano in cima alla classifica delle preferenze degli italiani quando si tratta di regali natalizi. Se da un lato i giocattoli sono al top della classifica trattandosi di doni obbligati quando si tratta di bambini, dall’altro gli italiani stanno riscoprendo il piacere di regalare prodotti alimentari dell’eccellenza italiana: non solo il classico panettone o la bottiglia di spumante da portare in dono ad amici e parenti, ma prendono sempre più piede nel nostro paese i cesti natalizi a base di prodotti “Made in Italy”, grazie alla loro versatilità, alla possibilità di personalizzare le scelte e alla garanzia di andare sul sicuro facendo un regalo senza dubbio gradito”.

Subito dopo in cima alle preferenze degli oggetti da regalare a Natale troviamo i prodotti hi-tech e gli elettrodomestici, che crescono rispetto agli anni passati grazie soprattutto al Black Friday, i cui sconti eccezionali hanno spinto molti italiani a scegliere prodotti di elettronica come beni da regalare a Natale, anticipando gli acquisti.

Immancabili saranno anche i libri così come i prodotti cosmetici e di profumeria (creme, trucchi, profumi, ecc.) mentre quest’anno sotto l’albero ci saranno meno vestiti e qualche scarpa in meno, con l’abbigliamento e le calzature che scendono nella classifica degli oggetti più regalati a Natale, confermando il trend negativo degli ultimi anni – conclude il Codacons.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria