AL “BEIJING INTERNATIONAL FILM FESTIVAL” L’ITALIA STREGHERA’ IL PUBBLICO


Ben 82 maestri d’orchestra italiani incanteranno il pubblico cinese della televisione di stato CCTV. L’occasione è unica nel suo genere: l’inaugurazione della Prima Edizione del “Beijing International Film Festival”, kermesse internazionale promossa dal Governo di Pechino.  Si tratta dell’Orchestra Italiana del Cinema, prima compagine sinfonica italiana interamente dedicata all’interpretazione ed esecuzione del repertorio di musica per film.  La formazione è diretta dal Maestro Daniele Belardinelli ed è costituita dalle migliori giovani forze musicali, rigorosamente selezionate con audizioni presso i prestigiosi studi di registrazione Forum Music Village di Roma, storica sede della colonna sonora fondata alla fine degli Sessanta da Luis Bacalov, Ennio Morricone, Piero Piccioni e Armando Trovajoli.  In tal modo Marco Patrignani, presidente dell’Orchestra Italiana del Cinema e direttore artistico dell’iniziativa, vuole promuovere lo straordinario patrimonio artistico della colonna sonora italiana e  anche recuperare e restaurare le partiture dei capolavori del grande schermo grazie alla collaborazione con Enti, Associazioni, Fondazioni ed Archivi pubblici e privati, oltreché autorevoli maestri trascrittori.  A Pechino l’Orchestra si esibirà in tre giornate: il 23 aprile interpreterà una sintesi del suo repertorio all’interno della cerimonia d’apertura del festival trasmessa dal National Center for The Performing Arts, che andrà in onda su CCTV – canale 3 , la più grande rete televisiva della Cina Continentale con oltre un miliardo e duecento milioni di telespettatori attraverso i suoi 19 canali televisivi. Il 26 e 27 aprile l’Orchestra sarà, invece, protagonista di un doppio concerto sinfonico-visuale all’interno di “The Great Hall of The People” di Piazza Tiananmen, storica sede del governo cinese in grado di ospitare contemporaneamente circa 9700 persone. Ciliegina sulla torta la presenza del Premio Oscar il Maestro Nicola Piovani, che dirigerà l’orchestra in due suites tratte dalle colonne sonore da lui composte per i film La voce della luna e Ginger & Fred di Federico Fellini e dal pluripremiato La vita è bella di Roberto Benigni. Si terrà anche un concerto-evento chiamato “Cinematology”, durante il quale il pubblico cinese verrà stupito da proiezioni di veri e propri affreschi digitali di Stefano Fomasi e dal suggestivo gioco di luci sul palcoscenico firmato da Pepi Morgia.  Inoltre è necessario sottolineare che l’Italia parteciperà al Film Festival con i seguenti film: Sorelle Mai, L’uomo che verrà, La bellezza del somaro, Puccini e la fanciulla, La solitudine dei numeri primi. Ospiti d’onore della rassegna cinematografica saranno i registi Marco Bellocchio, Paola Baroni e Paolo Benvenuti.

 

 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it