Aggiudicati tutti i lotti della Ragusa – Catania. Ci siamo! Via libera anche per la variante Vittoria-Comiso


Forse ci campiamo! Come vi avevamo detto adesso le speranze per la Ragusa – Catania e per il suo raddoppio sono sempre più concrete. Aggiudicati tutti i quattro lotti del raddoppio. Il primo lotto è stato aggiudicato all’impresa Webuild S.p.A. (associata ANCE) che con un importo offerto di circa 200.000.000 di euro si è aggiudicata provvisoriamente la gara nel tratto che va da Contrada Castiglione arriva al ponte sul fiume Dirillo (SP 5). Si prevede una durata di circa 1.095 giorni (3 anni) dalla data di consegna dei lavori. Aggiudicati anche il Lotto 2 (importo a base d’asta € 277.860.064 – ribasso 9,565%) all’Impresa I.C.M. S.p.A., il Lotto 3 (importo a base d’asta € 235.005.552 – ribasso 5,345%) al raggruppamento temporaneo Rizzani de Eccher – Manelli impresa Srl e il Lotto 4 (importo a base d’asta € 369.350.720 – ribasso 3,539%) al raggruppamento temporaneo Cosedil S.p.A. – D’Agostino Costruzioni Generali Srl – Fincantieri Infrastructure S.p.A.


“La notizia è fra quelle buone di questo inizio d’anno!”, questo il primo commento a caldo del Presidente di ANCE Ragusa, Giorgio Firrincieli, subito dopo la pubblicazione sul sito dell’ANAS della conclusione delle operazioni di apertura delle offerte da parte della Commissione aggiudicatrice.

L’impresa del primo lotto, sottolinea Ance, è solida e questo fa ben sperare che non ci saranno problemi in fase realizzativa. “Il fatto che sia Webuild SpA, la più grande impresa italiana, la dodicesima in Europa, con un fatturato di oltre 6 miliardi di euro, 35.000 dipendenti e cantieri in tutto il mondo, ad aggiudicarsi il lotto ricadente in provincia di Ragusa ci fa ben sperare anche in materia di tempistiche nella realizzazione (ricordiamo che Webuild, ex Salini-Impregilo, è l’impresa che a tempi da record ha messo su il ponte di Genova!)”, continua Firrincieli, “Adesso non ci rimane che aspettare i tempi tecnici di verifica dei requisiti posseduti, che comunque si prospettano brevissimi, e la successiva firma del contratto e, quindi, l’avvio del cantiere. Il mio primo plauso va all’ANAS e alla struttura commissariale per come celermente ha svolto la complicata procedura.”

Ma le buone notizie per le infrastrutture iblee non finisco. Sulla Gazzetta Ufficiale di oggi, venerdi’ 13 gennaio, e’ stato pubblicato l’esito della gara d’appalto per la progettazione esecutiva e la realizzazione della variante alla strada statale 115 “Sud Occidentale Sicula” tra il km 294 e la connessione con la sp 20, ovvero tra Vittoria e Comiso, in provincia di Ragusa. La gara d’appalto – si legge in una nota – prevedeva un investimento complessivo pari a 116 milioni di euro a base d’appalto, ridotti a 104 milioni in seguito al ribasso d’asta. In tale importo sono inclusi gli oneri per la progettazione esecutiva, l’esecuzione del monitoraggio ambientale in corso d’opera, gli oneri per la sicurezza e l’aggiornamento dei costi in seguito al rincaro delle materie prime. La gara e’ stata aggiudicata con il criterio dell’offerta economicamente piu’ vantaggiosa, assegnando un massimo di 20 punti alla componente prezzo e un massimo di 80 punti alla componente qualitativa. Aggiudicataria e’ risultata l’impresa D’Agostino Angelo Antonio Costruzioni Generali srl, quale mandataria del Raggruppamento Temporaneo di imprese che comprende anche Maeg Costruzioni Spa con Lombardi Ingegneria srl (progettista incaricato) e Arcadia srl (piano di monitoraggio ambientale).

E’ previsto nel breve termine l’avvio delle attivita’ di progettazione esecutiva cui fara’ seguito il concreto avvio dei lavori. A fine dicembre sono state pubblicate tre gare per interventi in Sicilia per un ammontare pari a oltre 310 milioni di euro, finalizzati alla realizzazione della Variante di Alcamo (33 milioni), al completamento della statale 626dir “Licata-Braemi” (20 milioni) e ad accordi quadro per le attivita’ di manutenzione sulle autostrade A19 e A29 (250 milioni).

LE REAZIONI

Autostrada Ragusa-Catania, on. Dipasquale (PD): “Aggiudicati i lotti, si va avanti. I fatti ci danno ragione”

“Sono estremamente entusiasta di poter finalmente annunciare che tutti e quattro i lotti per la realizzazione dell’Autostrada Ragusa-Catania sono stati assegnati. Dopo decenni di attesa, siamo arrivati al passo più importante, grazie al costante impegno del Partito Democratico e dei Governi regionali e nazionali che si sono succeduti negli ultimi anni. Da anni seguo da vicino l’iter per la realizzazione di questa importante infrastruttura, vigilando sui vari passaggi. Siamo stati in prima linea nella lotta per ottenere i fondi e nell’approvazione dei progetti e stiamo vedendo i nostri sforzi premiati, in barba a chi ha sempre remato contro e non ci ha mai creduto. I fatti ci stanno dando ragione. Siamo orgogliosi di aver contribuito a questo importante progetto e non vediamo l’ora di godere dei suoi benefici concreti insieme a tutta la comunità”. Così l’on. Nello Dipasquale, parlamentare regionale del PD all’Assemblea Regionale Siciliana, commenta la notizia dell’aggiudicazione dei lotti per la realizzazione del raddoppio della SS514-SS194.

Aggiudicati gli appalti per la Ragusa-Catania, Campo: “Nuovo e fondamentale passo avanti”

“I lavori del raddoppio della Ragusa-Catania, suddivisi in ben 4 lotti autonomi, sono stati aggiudicati a quattro imprese diverse che così potranno lavorare simultaneamente su porzioni di tratte diverse. Tale scelta compiuta dal Governo Conte porterà evidentemente ad una velocizzazione della realizzazione dell’opera complessiva”. Lo evidenzia la deputata regionale del M5s, Stefania Campo, che sin dal primo giorno di attività ha seguito con grande attenzione l’evolversi dell’iter del raddoppio dell’importante infrastruttura. La Campo aggiunge: “e tutto proseguirà con il ritmo degli ultimi anni, fra pochi anni avremo finalmente un’autostrada sicura, efficiente e innovativa che collegherà la nostra provincia con l’area metropolitana di Catania, con l’autostrada per Palermo e finalmente ci sarà l’infrastruttura necessaria per saldare il nostro aeroporto di Comiso con quello di Fontanarossa. Il tutto senza aver regalato soldi a fantomatici investitori privati e soprattutto senza dover pagare alcun pedaggio, perché la strada sarà pubblica. Dopo oltre 40 di attese, grazie al governo Conte e al Movimento 5 stelle, si vede la fine di questa vicenda”.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it