A Verona presentato il menù ibleo - Ragusa Oggi

A Verona presentato il menù ibleo


Condividi su:


Food
10 aprile 2019 18:29

Ha avuto luogo a Verona, nella Sala Agorà del Sol&Agrifood, nell’ambito del Vinitaly, la preannunciata degustazione del “menu ibleo”. Presente l’assessore regionale Edy Bandiera accompagnato dal direttore Carmelo Firtitta e dal dirigente Pietro Miosi, la degustazione è stata preceduta dagli interventi di Enzo Cavallo, coordinatore di EIA che si è soffermato sul ruolo dell’associazione, e da Giuseppe Arezzo presidente del Consorzio dell’olio Dop Montiblei che ha fatto riferimento ai premi ottenuti dai produttori dell’area Iblea (Cutrera, Fisicaro e Rosso) sottolineando i traguardi raggiunti dal Consorzio.

L’evento è stato moderato da Giuseppe Cicero che, durante tutta la degustazione, ha presentato, con la competenza che lo distingue, i singoli prodotti inseriti nel menù. Oltre che dai consorzi di tutela del Ragusano dop, dell’olio montiblei dop, della carota novella di Ispica Igp, del Vino Cerasuolo di Vittoria docg e del pomodoro Pachino Igp e dai “presidi slow food”della cipolla di Gerratana (ditta Fagone), del sesamo e coabita di Ispica (Enzo Barone), del Fagiolo Cosaruciaru (Giovanni Parisi) e della fava cottoia di Modica con la favella (Salvatore Cassarino), sono stati forniti dalle ditte “La Pastara” di Laura e Chiara Di Benedetto (pasta di grani antichi – ruscello), Artigiana Biscotti di Salvo Peluso (cioccolato di Modica Igp, biscotti di mandorla ed amaretti), “latticini di fattoria” di Giuseppe Occhipinti (ricotta vaccina per i cannoli), Pasticceria Emanuele Denaro di Ispica (colomba, marmellata e caratello a base di carota novella di ispica , Cutrera (caponatina degli Iblei) e MAJORE (salsiccia di Chiaramonte Gulfi )

“Dalla qualità delle nostre produzioni, strettamente legate al nostro territorio del quale sono espressione, al valore della enogastronomia Iblea. Questo è quanto emerso dal “menù ibleo” presentato oggi a Verona al Sol&Agrifood dove abbiamo ben figurato presso la Sala Agorà . Grazie ai Consorzi di Tutela che hanno aderito ed alla apprezzata disponibilità dei presidi slow food e di tanti imprenditori del nostro territorio che hanno offerto i loro prodotti, siamo riusciti ad organizzare un evento che ha richiamato l’attenzione e l’interesse dei numerosi esperti di settore che hanno apprezzato i singoli prodotti e, nel suo insieme, il ricco menu presentato “.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria