A Chiaramonte domani, 6 agosto, la festa del Santissimo Salvatore


Dopo la svelata in programma questa sera, domani, giornata in cui si celebra la Trasfigurazione di Gesù Cristo, sarà la festa del Santissimo Salvatore. Alle 8 il festoso scampanio in tutte le chiese della città, alle 8,30 la celebrazione eucaristica presieduta da don Giuseppe Russelli, parroco della parrocchia Preziosissimo sangue di Ragusa.

Alle 9,30, ci sarà la santa messa presieduta da don Giovanni Piccione, parroco di Roccazzo. Si prosegue alle 10 in piazza Duomo con le marce sinfoniche a cura del corpo bandistico Vito Cutello. Alle 11 la solenne celebrazione eucaristica che sarà presieduta da don Sebastiano Roberto Asta, vicario generale della diocesi di Ragusa. Alle 14,30 sistemazione della statua del Santissimo Salvatore per la processione serale. Alle 18,30 è previsto il mercatino delle pulci lungo tutto il corso Umberto con esposizione e mostra di oggetti della manifatturiera locale.

Nel frattempo, il sindaco e il comitato dei festeggiamenti accoglieranno i sindaci dei Comuni di Militello Val di Catania e di Scicli, assieme al pellegrinaggio dei devoti delle rispettive comunità per il gemellaggio tra le tre comunità del Santissimo Salvatore. Il corpo bandistico Alessandro Scarlatti eseguirà marce sinfoniche in piazza Duomo.

Alle 19 ci sarà la celebrazione eucaristica presieduta dal parroco, il sacerdote Salvatore Vaccaro. Alle 20 il momento più atteso, quello della solenne uscita del Santissimo Salvatore. Il festoso scampanio e il suono della tradizionale marcia accoglieranno l’uscita a spalla del simulacro. Ci sarà quindi la traslazione della statua sul carro processionale e l’avvio della processione per le seguenti vie: piazza Santissimo Salvatore, Fonderia, Nicosia, Iannizzotto, Castronuovo, corso Umberto, Cappella, corso Europa, corso Umberto, Roma, piazzetta San Filippo, Majorana, Montesano, Tommaso Chiavola, S. A. Guastella, piazzetta San Paolo, San Paolo, piazza Duomo, Corallo, Vittorio Emanuele, corso Umberto, piazza Santissimo Salvatore. Alle 22,30 il fervorino dettato dall’arciprete parroco Salvatore Vaccaro.

Quindi, il tradizionale canto della Cappelluzza davanti l’effige della Vergine di Gulfi. A seguire, esecuzione per coro e banda dell’Inno al Santissimo Salvatore a cui sarà reso omaggio da parte delle comunità gemellate. Ci sarà l’arrivo della processione e la sistemazione della statua sul baiardo a cui farà seguito lo “Spettacolo di luci e fuochi barocchi”, eseguito dalla ditta Beato Fireworks di Catania. A conclusione, il rientro del simulacro del Santissimo Salvatore nella propria chiesa.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it