';

10 milioni di euro per un progetto pilota da dedicare al territorio ibleo. La SoSvi avvia confronto con parti sociali e istituzionali


Dieci milioni di euro per la redazione di un progetto pilota che sia di sviluppo per il territorio ibleo e che al suo interno veda sinergie tra attori pubblici e privati. Sta lavorando a questo obiettivo la SoSvi, responsabile del Patto Territoriale di Ragusa e Agenzia di Sviluppo, che stamani nella sala Consiglio del Libero Consorzio di Ragusa ha programmato un primo tavolo di confronto con le parti sociali per condividere un percorso che porti alla miglior individuazione degli obiettivi per la selezione dei progetti imprenditoriali privati e infrastrutturali pubblici da inserire nel progetto pilota. Sono intervenuti i rappresentanti istituzionali, sindacali e datoriali.

La SoSvi, soggetto responsabile del Patto Territoriale Ragusa, risponde ad un bando lanciato dal Ministero dello Sviluppo Economico che mette a disposizione delle risorse per la realizzazione di progetti pilota volti allo sviluppo del tessuto imprenditoriale territoriale, anche mediante la sperimentazione di servizi innovativi a supporto delle imprese, valorizzando modelli gestionali efficienti e pregresse esperienze positive dei soggetti responsabili nell’ambito dei Patti Territoriali attivi.


Numerosi gli interventi tra cui quelli del commissario del Libero Consorzio, Piazza, del vicepresidente Camera di Commercio, Guastella, dei sindaci di Pozzallo e Giarratana, Ammatuna e Giaquinta, dei rappresentanti del Comune di Ragusa, delle associazioni di categoria datoriali, di sindacalisti e referenti delle centrali cooperative che hanno rimarcato la volontà di orientare gli interventi verso la transizione ecologica e produttiva del territorio, il turismo sostenibile, la risoluzione della problematica riguardante i rifiuti per un territorio puliti ed attraente. Si è inoltre fatto riferimento alla possibilità di individuare infrastrutture comuni per il territorio nell’ambito della transizione ecologica con lo sguardo allo sviluppo economico del territorio. Obiettivi salutati positivamente sia dal presidente SoSvi, Rosa Chiaramonte, che dall’amministratore delegato, Giovanni Iacono.

Quest’ultimo spiega: “Siamo nella fase di predisposizione di un progetto pilota che possa finanziare interventi pubblici e privati per lo sviluppo del territorio. Questa attività di concertazione, che da qualche anno è stata sospesa, è stata ora ripresa con la volontà di canalizzare nuove risorse per la provincia iblea, sia in favore degli enti pubblici che del tessuto imprenditoriale. Noi, come ente concessionario di fondi del Ministero dello Sviluppo Economico, abbiamo la necessità di portare avanti il confronto con il territorio in modo da intraprendere le migliori azioni condivise”. I progetti saranno individuati secondo percorsi trasparenti. Ci si è riaggiornati alla prossima settimana per proseguire l’iter di confronto ed entrare nel merito dei criteri a cui far riferimento.