';

RILANCIARE LO SVILUPPO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE


“Lo abbiamo denominato pacchetto anticrisi- dichiara Giuseppe Occhipinti, presidente di Confimprese alla vigilia della costituzione di Confimprese a livello cittadino- presentando il pacchetto di proposte per la prossima Amministrazione Comunale- perché comprende una serie di provvedimento che auspichiamo la prossima Giunta possa fare propri per dare ossigeno alle piccole e medie imprese del settore artigianale e del settore commerciale.

Sono sei proposte molto semplici, alcune delle quali avevamo già avuto modo di anticipare e che ora abbiamo focalizzato in maniera definitiva.”

Prima proposta è la semplificazione dell’iter burocratico.

In secondo luogo l’Associazione chiede l’abolizione della Tosap per tutte le attività commerciali.

Terza proposta : rimodulare la Tarsu, destinata a diventare Tares, per tutte le strutture ricettive  (alberghi, bed & breakfast, case vacanze) che oggi si ritrovano a corrispondere ingenti somme al Comune pur non avendo alcuna camera occupata.

Inoltre, ed è il quarto punto, si sollecita l’arredo nei centri storici, in particolar modo laddove insistono attività artigianali e commerciali, al fine di garantire un servizio ai turisti ed ai visitatori in genere.

Anche il quinto punto riguarda la revisione della Tarsu per tutte le attività imprenditoriali e le famiglie che si adoperano per la raccolta differenziata, secondo l’assunto: più differenzi, meno paghi.

Infine l’ultimo punto concerne la tassa di soggiorno i cui fondi devono essere esclusivamente utilizzati per creare e migliorare i servizi per incrementare il comparto turistico.

“Tutto questo- conclude Occhipinti- è possibile attuarlo con il taglio delle spese, ma, soprattutto, con l’eliminazione degli sprechi. Soltanto così potremo garantire un importante contributo alla ripresa economica e alla crescita del nostro territorio. E’ chiaro che dovrà essere la prossima Amministrazione comunale a decidere in considerazione del fatto che le scelte effettuate su base locale possono comunque avere una loro ricaduta anche di notevole importanza”.

 

 

 

A.C.