A Ragusa in prefettura la consegna delle onorificenze "Al merito della Repubblica Italiana" - Ragusa Oggi

A Ragusa in prefettura la consegna delle onorificenze “Al merito della Repubblica Italiana”


Condividi su:


A Ragusa in prefettura la consegna delle onorificenze “Al merito della Repubblica Italiana”
Attualità
31 ottobre 2017 12:52

Si è svolta stamani, nei Saloni di Rappresentanza del Palazzo del Governo, la cerimonia di consegna dei diplomi delle onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” conferite dal Presidente della Repubblica il 2 giugno scorso scorso a cinque cittadini residenti in questa provincia che si sono distinti per il loro impegno professionale e sociale e che, con la loro condotta di vita, si sono resi particolarmente benemeriti nei confronti della Repubblica.

Il Prefetto Maria Carmela Librizzi, insieme ai Sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti ed ai Vertici delle Forze di Polizia territoriali, alla presenza dei familiari degli stessi insigniti, ha consegnato cinque  distinzioni onorifiche  di Cavaliere  ad altrettanti cittadini ragusani, sottolineando nella circostanza il significativo valore che rivestono tali benemerenze, quali riconoscimento  dell’operato di persone con elevate qualità non solo professionali ma anche morali, che si sono distinte per la loro operosità, per dedizione, per correttezza  ed impegno sociale

A conclusione della cerimonia il Prefetto, nel formulare agli insigniti i più fervidi,  ha voluto rimarcare  la valenza della meritata distinzione onorifica loro conferita che deve essere pertanto motivo di orgoglio e di esempio per la comunità iblea.

Ecco gli insigniti di quest’anno:

BELLOMIA Giovanni – residente a Ragusa

Funzionario VVFF in servizio presso il Comando Prov.le VVFF Ragusa dove espleta dal 1991 l’incarico di Vice-Comandante.

Entrato nei ruoli del  C.N.VV.F nel marzo del 1988, dopo il percorso formativo iniziale, nel 1992 è stato assegnato al locale Comando Provinciale, dove da molti anni espleta l’incarico di responsabile dell’Ufficio Prevenzione Incendi e dell’Ufficio Personale, nell’ambito dei quali si è distinto e continua a distinguersi per le elevate capacità professionali e alto senso del dovere che hanno consentito nel tempo una mirata organizzazione delle risorse disponibili in relazione alle priorità individuate anche con l’apporto di procedure informatizzate innovative volte a  garantire la continuità dell’azione amministrativa ed al contempo a mantenere un rapporto costruttivo con il cittadino-utente.

Oltre ai numerosi incarichi nell’ambito di diverse Commissioni risultano degne di menzione le attività di docenza svolte nei Corsi per il passaggio di qualifica e di Responsabile di istruttorie procedimentali riguardanti i più importanti Stabilimenti a rischio di incidente rilevante presenti in provincia quali la ditta Polimeri Europa.

Nel corso dell’attività professionale si è distinto in diverse operazioni di soccorso tecnico urgente per le quali è stato destinatario di numerosi elogi e da ultimo è stato inviato in missione per gli interventi di aiuto in favore delle    popolazioni colpite dagli eventi sismici della regione Lazio.

 

CARBONE Vincenzo – residente a Vittoria

 Già dipendente del Comune di Vittoria, collocato in quiescenza nel 2008, è stato per tanti anni impegnato in attività sindacale quale componente per diversi mandati della Rappresentanza Sindacale Unitaria ed inoltre quale Segretario Territoriale CGIL Funzione Pubblica di Vittoria.

Nominato nel 1988 Vice Presidente Provinciale dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro, ha svolto tale funzione fino al 1993, anno in cui – a riconoscimento dell’impegno profuso – è stato eletto Presidente Provinciale della stessa Associazione, che ha retto sino al 2012.

Durante detto incarico si è fortemente prodigato per l’attivazione di servizi in favore dei soci e dei loro familiari, per la realizzazione del Monumento ai Caduti sul Lavoro nel Comune capoluogo e per la costituzione del Gruppo Donne Anmil che negli anni a seguire ha rappresentato e rappresenta tuttora il fulcro operativo dell’ente per la promozione di lodevoli iniziative.

 

FRATANTONIO Giovanni residente a Ragusa

Sovrintendente Capo della Polizia di Stato, è entrato nell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza nel 1981, con prima sede di destinazione la Questura di Padova dove è rimasto fino al 1986, anno in cui ha ottenuto il trasferimento per essere assegnato dapprima al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Comiso e successivamente alla locale Questura dove risulta tuttora in servizio quale responsabile  dell’Ufficio Matricola.

Negli anni di servizio si è sempre distinto per l’elevata professionalità e l’encomiabile senso del dovere, ottenendo vari riconoscimenti, tra i quali la Medaglia d’Argento e la Medaglia d’Oro per meriti di servizio, la Croce di Bronzo e quella d’Argento per anzianità di servizio. E’ stato altresì destinatario di numerosi encomi, lodi ed apprezzamenti per aver dato prova in molte circostanze di grande capacità professionale e di forte intuito investigativo.

 

GALFO ANSALDI Dorotea – residente a Modica

Direttore Amministrativo Contabile in servizio presso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco dove risulta assegnata, dopo l’ingresso nei ruoli amministrativi del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco avvenuto nel novembre del 1981,  con incarico di Responsabile dell’ufficio Ragioneria, Consegnatario dei beni mobili del Comando, Coordinatrice dell’ufficio del Consegnatario . Oltre alle mansioni proprie della qualifica, collabora direttamente con l’Ufficio Comando in relazione alle esigenze organizzative che richiedono specifiche competenze amministrative. Nel corso della propria attività professionale si è sempre distinta  per l’elevata professionalità ed il grande senso del dovere, garantendo continuità all’azione amministrativa anche nei casi di assenza o impedimento dei colleghi  e coinvolgendo in maniera fattiva i propri collaboratori nel processo di miglioramento dell’attività dell’Ufficio.

 

VACCARO Giovanni – residente a Pozzallo

 Maresciallo aiutante dell’Arma dei Carabinieri in congedo, ha retto il Comando Stazione Carabinieri di Ragusa Principale dal 1984 al 1994 e di seguito – fino al collocamento in quiescenza avvenuto nel 1997- il Nucleo Banca d’Italia.

Arruolatosi nell’Arma il 27 aprile 1961, nel corso della carriera si è sempre distinto per l’elevata professionalità e l’encomiabile senso del dovere, ottenendo vari riconoscimenti tra i quali la Medaglia Mauriziana per merito di 10 lustri di carriera militare, la Medaglia d’Argento per merito di Lungo Comando e la Croce d’Oro e quella d’Argento per anzianità di servizio.

 


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria