Passalacqua Ragusa lotta, ma è Bologna ad avere la meglio

Ragusa lotta alla pari con quella che sarà una delle squadre da battere in questo campionato, ma alla fine si deve arrendere al termine di 40 minuti intensi, fatti di buona pallacanestro, e in cui le ragazze di coach Lino Lardo hanno confermato di potere rappresentare una delle formazioni di medio-alta classifica di questa Serie A1. Ragusane che partono con il piede giusto, con una Spreafico in grandissimo spolvero e che alla fine sarà la migliore realizzatrice dell’incontro con un ventello finale. Dopo essere andate sotto di 5 lunghezze nei primi dieci minuti di gara (17-22) Ragusa è sotto all’intervallo lungo per 30-38 con Bologna che sembra avere qualcosa in più. Ma nel terzo quarto la Passalacqua esce benissimo dagli spogliatoi e piazza il break con Thomas, Juskaite e la stessa capitana biancoverde che giocano con grande disciplina tattica e alla penultima sirena è vantaggio Ragusa: 51-48. Zandalasini, Rupert e Andrè, nell’ultima frazione, però, sono chirurgiche. La formazione iblea paga un po’ di stanchezza ed è costretta a cedere i primi due punti con il punteggio finale di 67-73. “C’è rammarico – dice coach Lino Lardo – perché era una partita che potevamo portare a nostro favore. Logico poi che se vediamo il valore di Bologna sappiamo che abbiamo giocato contro una grande squadra, ma non abbiamo mai molato nei momenti difficili. Le ragazze hanno fatto una partita di grande intensità, siamo andati anche avanti, poi ci sono state delle situazioni che non hanno girato a nostro favore nei momenti decisivi. Torniamo consapevoli di avere fatto una buona partita, ovviamente dobbiamo limare gli errori che abbiamo fatto, ma ricordiamoci che siamo una squadra completamente nuova e che ha ampi margini di miglioramento. Le abbiamo messe in difficoltà, c’è mancato pochissimo. Dunque non siamo contenti perché potevamo portarla a casa ma siamo consapevoli che possiamo fare un buon campionato. Abbiamo due settimane per preparare la seconda partita e avremo tempo di mettere a posto anche altre cose”. Adesso due settimane di stop, dal momento che le biancoverdi sono attese dal turno di riposo di domenica prossima. Appuntamento per l’esordio casalingo del 15 ottobre con Geas.  

 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it