Odissea indifferenziata e raccolta pannolini. La storia infinita


Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera di un nostro lettore alle prese con il servizio rifiuti del comune di Ragusa e in particolare con il servizio di raccolta pannolini. Si tratta di una lunga lettera in cui vengono messe in evidenza tutte le problematiche di questo servizio, soprattutto in questo momento storico in cui non è possibile conferire l’indifferenziato.

“Vi contatto forse piu’ per sfogarmi che per altro, visto che ci troviamo a pagare a peso d’ oro un servizio che non viene fatto e per il quale la risposta dei diretti interessati e’ “La discarica e’ chiusa non e’ un problema nostro , non possiamo farci nulla” .

Vi racconto brevemente la mia odissea iniziata circa a Maggio del 2021 data nella quale ho fatto l’ errore di voler attivare il servizio pannolini , vista la nascita della mia secondogenita .

Attivato questo servizio , mi viene detto di scendere i pannolini ogni lunedi’-mercoledi’-venerdi e così effettivamente ho fatto, salvo iniziare una serie infinita di segnalazioni alla ditta Busso di Ragusa che prontamente mi diceva sarebbero passati il giorno dopo (ad ogni mia telefonata ,per tutti i giorni della settimana fino al venerdi’ dell’ indifferenziata dove poi effettivamente ritiravano) col risultato che i pannolini rimanevano sotto il sole a fermentare tutta la settimana , dal venerdi’ al venerdi’ .
Ci sono stati giorni che chiamavo per segnalare sia ad ora di pranzo quando tornavo da lavoro , che nel pomeriggio .


Ho fatto segnalazioni su segnalazioni anche al comune di Ragusa alla sezione “dillo al Sindaco” indicando il disservizio ed inviando fotografie giornaliere dei sacchi trasparenti pieni di condensa creata dal calore , nemmeno a dirvi che dal comune non mi hanno mai risposto (almeno dalla ditta Busso rispondevano , dicendomi un mare di baggianate , ma almeno ti sfogavi con l’ operatore di turno ) .


Ad essere onesto , verso fine Giugno 2021 dopo mesi di litigi telefonici con ogni tipo di operatore che scaricava sempre la colpa su qualcun’ altro , il servizio sembrava aver preso il via. Dopo un paio di settimane , ci siamo trasferiti al mare essendo nel frattempo arrivata l’ estate ma , una volta
tornati in citta’ a fine agosto , si riproponeva lo stesso identico disservizio di qualche mese prima , ossia , segnalazioni su segnalazioni ma nessuno passava a ritirare,al che ho deciso che non avrei piu’ sceso i pannolini nei giorni indicati , e me li sarei tenuti a casa per buttarli solo durante il giorno dell’indifferenziata (venerdi’) , visto l’ infinito tempo perso per chiamare e segnalare il totale disservizio.

Adesso si sta toccando il paradosso. Premetto che per il mio nucleo familiare ( dove solo io lavoro) composto da me , mia moglie e due bimbe piccole , pago oltre 400€ l’ anno , da venerdi’ 17 giugno 2022 non ritirano piu’ nemmeno l’ indifferenziata .
Ho chiamato la ditta Busso ( avendo una settimana di pannolini accumulati ed in piu’ altra indifferenziata da buttare) e mi hanno spiegato che la discarica era chiusa e che non potevano ritirarla e che l’ avrebbero ritirata venerdi’ 24 Giugno 2022, al che’ , stizzito , ho spiegato tutta l’ odissea che ho avuto con loro in merito ai pannolini , spiegando anche che se non avessero ritirato nemmeno l’ indifferenziata del venerdi’ , per me sarebbe diventato un serissimo problema , quindi l’ operatore telefonico, da salvatore della patria ,quasi convincendomi , mi dice : ” lei scenda i pannolini domenica sera , che lunedi’ li ritiriamo noi “.


All’ operatore telefonico ho fatto presente che non avrei voluto una situazione analoga a quella dell’ anno prima (pannolini a fermentare nel vialetto del condominio, sotto il sole cocente) e che tutto sommato mi andava anche bene gettare i pannolini il solo venerdi’ , ma che pero’ almeno il venerdi’ sarebbero dovuti passare e lui mi risponde ” vedra’ che lunedi’ non trovera’ i pannolini sotto casa “, quindi dicendo cosi’ , ormai mi aveva convinto, ho pensato e’ troppo sicuro di cio’ che dice per non essere vero.
Lunedì 20/06/2022 , sono le 14.59 ed i pannolini sono sotto il sole a fermentare , con annesse lamentele da parte dei condomini , che anche giustamente, sentono entrare delle proprie finestre la fragranza emessa dai pannolini della mia principessina , che vi assicuro , e’ direttamente proporzionale alla sua bellezza .

Ho chiamato nuovamente Busso , nemmeno a dirlo , mi risponde la collega dell’ operatore “Salvatore della patria” con cui ho parlato venerdi’ scorso , che mi dice :
“la discarica e’ chiusa e quindi i pannolini essendo indifferenziata , non verranno ritirati e smaltiti fino a che non verra’ sbloccata la situazione della discarica, il problema non e’ nostro , non possiamo farci nulla e molto probabilmente non ritireremo nemmeno venerdi’ 24/06/2022”.

ho fatto presente che non ci si puo’ lamentare se poi qualcuno decide di smaltire in modo autonomo l’ immondizia , non la si puo’ tenere dentro casa , per giunta con bambini piccoli , per oltre 10gg .
Ci si stupisce poi del fatto che, come sta succedendo nel curvone della strada Ragusa-Modica (ma non solo , anche in tante campagne e terreni della provincia) , nel piazzale si formi periodicamente una montagna di rifiuti ….per la quale l’ unica soluzione possibile adottata dalle varie giunte comunali , province, regioni ecc e’ quella di TRANSENNARE LA MONTAGNA , non rimuoverla , ma circoscriverla con nastro segnaletico fino allo sfinimento di qualcuno che poi un bel giorno decide di andarci con benzina e “sofferi” e li’ si che poi si raggiunge il massimo di quella che noi chiamiamo civilta’ .

Per quale motivo i comuni, gli enti , o chi per loro , sono velocissimi ad applicare sanzioni non appena si sfora una scadenza di pagamento e noi cittadini , che con enorme sacrificio ( io parlo per la mia situazione) paghiamo tasse su tasse su tasse su tasse , non siamo tutelati di nulla e se ci permettiamo a dire , “allora faro’ come tutti , smaltiro’ a modo mio ” le risposte sono “faccia come creda , non e’ colpa nostra “.
Cosa succederebbe , se decidessimo tutti insieme di non pagare piu’ le tasse dei rifiuti , visto il funzionamento anzi il non funzionamento dei servizi?
Facciamo che ognuno decide in autonomia dove gettare l’ immondizia ? Non si puo’ fare , sarebbe incivile ,le vicinanze di tutte le case dei politici sarebbero sommerse di spazzatura e questo non puo’ succedere , sarebbe davvero incivile. Le loro proprieta’ perderebbero di valore.

Che poi aggiungo , anche quando gli operatori passano , ti ritrovi con i secchi tutti rotti perche’ li sbattono a destra e a manca , nel mio caso la spazzatura viene messa all’ inizio del vialetto condominiale che e’ proprio a ridosso del marciapiedi , ma i secchi li recupero in mezzo alle macchine o distribuiti lungo il marciapiedi , anche chi cammina , si trova a dover fare lo slalom tra i secchi lasciati da chi raccoglie i rifiuti e spesso proprio le persone che camminano nel marciapiedi , pur di non fare lo slalom che richiederebbe uno sforzo fisico tale da far sudare i denti ad inizio mattina , decide bene di giocare a pallone con i secchi che ripeto , sono sparsi lungo il marciapiedi (penso che se gli operatori li riposassero all’ inizio del vialetto , da dove vengono presi , nessuno li prenderebbe a calci, ma capisco anche che non si puo’ chiedere questo sforzo a questi gentiluomini, spostare i secchi di altri 40cm da dove vengono lasciati , sarebbe uno sforzo immane che non possiamo permetterci di chiedergli ) .

E poi che dire della programmazione del ritiro immondizia , ne vogliamo parlare, secondo me , c’e’ anche uno studio dietro , perche’ e’ un sistema troppo intelligente.
Umido ed Indifferenziata (parlo per la zona di casa mia ) , vengono ritirati in tarda mattinata , giusto per dare il tempo alla spazzatura di evaporare per bene in modo da rilasciare quell’ odorino inconfondibile.
Carta e Vetro all’ 6.30 del mattino non ci sono piu’ che poi ve lo voglio dire , e’ stupendo in estate , dormire con le finestre spalancate alla ricerca del filo d’ aria perduta e sentire alle 5.30 la delicatezza con cui gli operatori del vetro adagiano il materiale in modo da cercare di fare il minimo rumore possibile per non svegliarti , con bimba di un anno che fa un salto istintivo di mezzo metro con annesso pianto e conseguente ora di consolazione. Finito di consolarla, la riposi nella culla e pensi “finalmente si e’ addormentata” ma guardi l’ orologio ed e’ gia’ ora di andare a lavorare quindi grazie operatori so che l’ avete fatto per me , oggi di sicuro non arrivo in ritardo , anzi , grazie a voi ogni mercoledi’ saro’ puntuale .

A parte gli scherzi ,
vi ringrazio per lo sfogo , so che non cambiera’ nulla e nemmeno ci spero. Faccio parte della maggioranza di persone ormai sfiduciate che le cose possano cambiare e funzionare , ma fino ad ora non facevo sicuramente parte di quella schiera di persone incivili che gettano l’ immondizia in giro per la citta’ , forse sbagliando ma di sicuro c’e’ che la mia tolleranza , arrivera’ fino a questo venerdi’ Dopo di che , sara’ solamente ricercare il posto migliore dove gettare l’ immondizia , ma di sicuro sara’ un posto scelto con cura per portare chi di dovere a capire che cosi’ non si puo’ continuare”.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it