Investì un maresciallo dei carabinieri a Scoglitti: condannato un ragusano

Doveva rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate e calunnia. Un ragusano di 45 anni è stato condannato in primo grado dal giudice monocratico presso il Tribunale di Ragusa, a 400 euro di multa per lesioni personali nei confronti di un maresciallo dei carabinieri.

La vicenda

Nel corso di un controllo a Scoglitti, a gennaio del 2017 secondo la tesi dell’accusa l’uomo, difeso dall’avvocato Giorgio Terranova, si sarebbe rifiutato in un primo momento di fornire i suoi documenti; in risposta al militare che gli avrebbe chiesto se deteneva sostanze stupefacenti, si sarebbe chiuso in macchina e all’invito di seguire la pattuglia in caserma avrebbe investito il maresciallo trascinandolo sul cofano della macchina per una ventina di metri procurandogli lesioni giudicate guaribili in 10 giorni.

Oltre a questo avrebbe presentato una denuncia, il giorno successivo, sostenendo che il militare gli avesse messo le mani addosso strattonandolo. Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna dell’uomo a 3 anni di reclusione. Il giudice ha condannato l’uomo solo per il reato di lesioni (esclusa l’aggravante e concesse le attenuanti generiche) e infliggendo una multa di 400 euro e la rifusione delle spese della parte civile, rappresentata dall’avvocato Giovanni Mangione, rimandando il risarcimento in sede civile. Novanta giorni per il deposito della motivazione.

© Riproduzione riservata

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it