Il Teatro antico di Taormina centro della cultura in Sicilia - Ragusa Oggi

Il Teatro antico di Taormina centro della cultura in Sicilia


Condividi su:


Il Teatro antico di Taormina centro della cultura in Sicilia
Spettacolo
31 luglio 2018 20:10

Il patrimonio culturale, archeologico e artistico della Sicilia rappresenta da sempre un’attrattiva unica per i turisti stranieri e italiani. Il recente rapporto curato da UniCredit in collaborazione con Touring Club Italiano ha collocato la Sicilia al nono posto tra le regioni italiane più visitate. Se scendiamo nel dettaglio vediamo come tra le località più apprezzate dai viaggiatori figurano Palermo e Taormina. Non è un caso che la città in provincia di Catania con il suo splendido teatro, scenario suggestivo per spettacoli e performance, è stata incoronata tra le città più visitate d’Italia. Del resto è fin dall’ottocento, epoca dei Grand Tour degli aristocratici e intellettuali europei, che la città siciliana è meta imprescindibile per chiunque voglia assaporare il fascino autentico di un’isola a cavallo tra culture e tradizioni diverse.

Anche quest’anno gli appuntamenti che vedono Taormina come centro nevralgico dell’attività culturale dell’isola sono tanti e di rilievo. A partire dal progetto Sesto Senso Opera Festival, organizzato da Orangeblu e la cui direzione artistica è stata affidata a Peppe Vessicchio e Marcello Giordani. Una kermesse capace di distinguersi per la presenza di eccellenze del panorama artistico internazionale. Quattro le date: 11, 12, 15 e 29 Agosto. L’opera che da sempre ha trovato nel Teatro antico la location ideale per le sue rappresentazioni andrà in scena con un’altra serie di eventi che fanno capo al Mythos Opera Festival che si svolgerà tra Taormina e Catania a partire dal 10 Agosto.

Ricco anche il calendario di concerti che si terranno presso il Teatro antico. Molto atteso quello di Sting del primo Agosto, a seguire Ermal Meta il 17 e poi quelli di Negrita (19), Max Gazzè (25), Fabrizio Moro (29) e tanti altri. Sarebbe difficile elencare in un unico post un calendario così denso e di alto livello culturale che vede coinvolto non solo il teatro, ma la città tutta. Presso il Palazzo Corvaja l’evento Modigliani Experience, Les Femmes coniuga in un mix di arte e tecnologia l’esperienza artistica di Modigliani e della sua rappresentazione del femminino con innovativi strumenti multimediali. Una delle particolarità della mostra è quella di proporre le opere dell’artista livornese, celebre per le sue figure femminili nell’innovativo formato Modlight che ne riproduce alla perfezione sfumature e colori su di un supporto in Perspex. All’interno delle sale sarà anche possibile assistere alla proiezione di un docu-video sulla vita e le opere dell’artista realizzato da Sky Arte.

Dai tempi di Cary Grant e Sophia Loren Taormina continua a essere meta ideale per tutti gli amanti dell’arte e del bello. Negli anni Sessanta la città siciliana è stata il punto di arrivo dei grandi registi e attori hollywoodiani capaci, come Cary Grant, di interpretare film entrati nella cultura e nella storia del cinema mondiale. Al Teatro antico di Taormina lo stesso Grant ricevette nel 1960 il David di Donatello per Notorius diretto da Alfred Hitchcock, mentre Ava Gadner nel 1966 arrivava a Taormina per girare un kolossal diretto dal regista John Houston, quello de Il Falcone Maltese e Casino Royale, l’originale non il remake.

Il Taobuk 2018, Festival Internazionale del Libro, da poco conclusosi è parte integrante di questo contesto culturale. La recente rassegna dal titolo “Rivoluzioni” ha visto la presenza di scrittori di fama internazionale che si sono confrontati su un tema oggi più che mai denso di significati. Fin dall’Ottocento scrittori del calibro di Oscar Wilde hanno scelto Taormina come buen retiro, così come Ernest Hemingway, Truman Capote e artisti di fama internazionale come Picasso e Richard Strauss.

È su questa scia che ancora oggi Taormina si propone come centro dinamico di un’attività culturale che soprattutto in estate trova il suo palcoscenico ideale nel Teatro antico.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria