IL SINDACO DI …ALCUNI - Ragusa Oggi

IL SINDACO DI …ALCUNI


Condividi su:


IL SINDACO DI …ALCUNI
Politica
19 febbraio 2011 12:06

“E’ arrivato il momento di rincontrarci per SCRIVERE IL FUTURO”, ha detto il Sindaco uscente Nello Di Pasquale in una sua nota del 11 febbraio ed ha aggiunto “per una Ragusa ancora più grande, che veda protagonisti i Cittadini e le loro aspirazioni, i loro bisogni, le Associazioni di Categoria e le Organizzazioni Sindacali, per poterli mettere al centro del mio programma elettorale”. Il Sindaco uscente non ha ben chiaro, a mio avviso, quali siano le forze sociali che compongono il tessuto economico della “Sua” attuale città. Il Sindacato Autonomo ISA ha oltre 12 mila iscritti nella sola provincia di Ragusa, lo dimostra anche il fatto che e’ il terzo Sindacato ragusano, presiedendo, di diritto, anche alla Commissione provinciale INPS.

Oggi l’ennesima dimostrazione ci e’ stata fornita dal mancato invito alla nostra Organizzazione Sindacale per l’ importantissimo incontro, tenutosi al Comune di Ragusa, con le associazioni dei consumatori, quelle datoriali del commercio e le organizzazioni sindacali in merito alle aperture domenicali  per il mese di febbraio e marzo. Forse perché qualche giorno fa il Segretario Provinciale del Commercio, Giorgio Iabichella, si era pronunciato contro le aperture domenicali? dobbiamo pensare che hanno invitato solo coloro che non alzano la voce, per difendere i diritti reali dei lavoratori del comparto? Precisiamo, altresì, che la Federazione del Commercio ISA, firmataria del CCNL, vanta, a Ragusa città, oltre 700 dipendenti degli esercizi commerciali tra iscritti e tesserati.

E’ indubbio che la nostra Federazione, vicina alle esigenze delle “commesse”, ha sempre lottato per ridurre le aperture domenicali, cercando di mediare tra Modica e Ragusa, evitando concorrenze sleali, anche quando Di Pasquale ha deciso, con “fughe solitarie”, di consentire aperture domenicali straordinarie senza interpellare i “vicini di casa” modicani. Ma il Sindaco uscente pare non voglia considerare questa grande realtà sindacale che e’ l’Intesa Sindacato Autonomo, orgoglio della città ove e’ nata e ove risiede  anche la propria sede Nazionale. Il futuro di Ragusa? Noi continueremo a scriverlo difendendo comunque i diritti dei  lavoratori e delle loro famiglie.

 


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria