Finanziaria regionale: fra gli emendamenti per la provincia il “salva fondi” per l’aeroporto, la Casina Rossa e le passerelle per l’accesso al mare


E’ stata votata ieri sera la finanziaria regionale. Per la prima volta nella storia siciliana, la votazione è stata effettuata dopo il 10 aprile e gli emendamenti sono stati discussi in aula, invece della apposite commissioni.
Qualche emendamento ha riguardato anche la provincia di Ragusa ma naturalmente poteva essere fatto di più.
E’ passato un emendamento per un importo da 400 mila euro, presentato dalla deputata Stefania Campo, per il finanziamento del sito minerario di Castelluccio-Tabuna e la messa in sicurezza della casina rossa di Castelluccio Streppenosa.


Già nel 1991 era stata prevista l’istituzione nella provincia di Ragusa del “Museo regionale naturale e delle miniere di asfalto di Castelluccio e della Tabuna”, ma non era stata mai finanziata. L’istituzione di questo nuovo sito museale, che da oggi quindi potrà contare sui 400mila euro passati in Finanziaria, sarà particolarmente significativa perché aggiungerà una nuova e particolare proposta culturale al patrimonio storico-naturalistico già presente negli Iblei. Difatti, nonostante le disposizioni di legge, questi musei non sono mai stati attivati. La Casina Rossa, che si trova sulla Modica-Scicli, e che affianca le miniere di Castelluccio Streppenosa, sarà messa in sicurezza per diventare successivamente la sede gestionale del Museo minerario stesso.


200 mila euro sono stati individuati anche per finanziare un’enoteca regionale che potrà essere istituita anche a Vittoria, così da coprire il territorio del del sud-est dell’isola, storicamente ad alta vocazione vinicola.
Un altro emendamento riguarda somme per l’accesso al mare per i diversamente abili: sono 100 mila euro per i Comuni della provincia di Ragusa che potranno così istituire apposite passerelle. D’altra parte, ricordiamo che Marina di Ragusa, Marina di Modica, Raganzino a Pozzallo e Cirica a Ispica sono state insignite della bandiera blu e si è in attesa dell’assegnazione delle bandiere verdi, riconoscimento dei pediatri per le spiagge a misure di bambino.


Dunque, i Comuni che faranno richiesta potranno accedere al fondo da 100 mila euro che finanzierà le passerelle che serviranno da accesso al mare.
Infine, un emendamento “salva fondi” per l’aerostazione dell’aeroporto di Comiso, già previste dalla scorsa finanziaria, sono stati salvati grazie ad un emendamento di Giorgio Assenza.
Restano fuori tante cose: le zone montane e i consorzi di bonifica, tanto per fare un esempio.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it