Cimitero di Modica: Si chiude un’epoca. Giro di vite sui pass di ingresso pagati dal comune


Niente più accessi a gogò al Cimitero di Modica. Si chiude un’era che ha portato l’ente di palazzo San Domenico a pagare con soldi del proprio bilancio circa 1.200 badge alla società Servizi cimiteriali Modica, badge rilasciati a cittadini che hanno chiesto nel tempo l’accesso per problemi di salute. Costo 20 euro ciascuno per una presunta spesa complessiva annua di 24 mila euro. I paletti sono stati messi dal commissario straordinario Domenica Ficano con una propria delibera che affida al comando di Polizia Locale l’applicazione dei nuovi indirizzi.

Il passato è passato. Ora ci sono da applicare regole ben precise che debbono essere in sintonia con le norme di legge riferite a difficoltà di deambulazione. Il badge sarà rilasciato solo in casi specifici. I soggetti richiedenti dovranno essere in possesso di una autorizzazione per parcheggio disabili dell’Unione europea rilasciata dalla Polizia locale o di una certificazione dell’Ufficio di medicina legale dell’Azienda sanitaria o di un documento rilasciato dall’apposita Commissione per la disabilità con il quale viene attestata la gravità nella deambulazione.

E c’è di più. In tema di risparmio il Comune di Modica non pagherà più il costo del badge. Il costo di 20 euro sarà solo a carico di chi ne farà richiesta per gravi problemi nel deambulare. Quindi chi ha le carte in regola per il rilascio del tesserino di ingresso al cimitero dovrà pagare di tasca propria ed un eventuale duplicato verrà rilasciato solo dopo la presentazione della denuncia di smarrimento o furto.

I badge in uso saranno validi solo fino alla scadenza. La palla passa ora alla Polizia locale che dovrà fare rispettare le nuove regole, regole intrise di rispetto di diritti e doveri e soprattutto di risparmi per un ente le cui casse sono in sofferenza. Lo “spasso” è finito.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it