Bapr e Commerfidi a favore delle aziende siciliane. Nasce “FIDOInsieme” - Ragusa Oggi

Bapr e Commerfidi a favore delle aziende siciliane. Nasce “FIDOInsieme”


Condividi su:


Bapr e Commerfidi a favore delle aziende siciliane. Nasce “FIDOInsieme”
Economia
7 ottobre 2019 13:45

Martedì 8 ottobre, alle ore 11,30 presso la sede di Commerfidi in via Enzo Baldoni 23 a Ragusa, sarà firmata una convenzione tra la Banca Agricola Popolare di Ragusa e Commerfidi, il Consorzio di garanzia fidi di Ragusa. Oggetto dell’accordo l’erogazione di finanziamenti alle imprese caratterizzati da più bassi costi e più vantaggiose garanzie.
L’accordo sottoscritto da un lato dal Direttore Generale della Bapr, Saverio Continella e dal Vice Direttore Generale, Gaetano Cartia e dall’altro dal Presidente di Commerfidi, Salvatore Guastella, presente il Direttore del confidi, Giuseppe Traina.

La maggiore banca interamente siciliana nella veste di finanziatore, e il consorzio di garanzia hanno dato vita ad un accordo per proporre al mondo delle aziende siciliane un finanziamento garantito da fondi monetari del Ministero dello Sviluppo Economico. Il nuovo prodotto finanziario si chiamerà “FIDOInsieme”, è stato pensato e confezionato per le piccole e medie imprese che abbiano un “rating” medio e alto. Si tratta, cioè, della solidità dell’azienda misurata secondo una scala che partendo dal basso si indica con la lettera D per arrivare al livello più alto, la tripla A. Alle aziende, quale che sia il settore produttivo nel quale sono impegnate, e solo se con rating compreso tra la B e la tripla A, verrà offerta la possibilità di accedere al credito con la garanzia di un fondo di un milione e 200 mila euro costituito dal Ministero per lo Sviluppo Economico. Tale somma, secondo l’accordo tra Bapr e Commerfidi, servirà a garantire la Banca per eventuali perdite. Il fondo reso disponibile dal Ministero a favore di Commerfidi, genererà prestiti per un totale di 9 milioni di euro, distribuiti tra le PMI con precise percentuali secondo la classe di rating. La garanzia del Commerfidi consentirà all’Istituto di credito ragusano di applicare tassi di interesse molto al di sotto dello standard, a partire dal 2% più l’Euribor a 3 mesi, che essendo attualmente sotto lo zero, si traduce in un tasso finito all’1,60%.

Tassi quindi molto allettanti, giustificati anche dal fatto che l’alto rating abbassa, almeno teoricamente, il rischio di insolvenza. Il Commerfidi si è impegnato ad abbassare la sua quota di costo sul finanziamento, rendendo il prodotto “FIDOInsieme” ancora più conveniente per le piccole e medie imprese del territorio che costituiranno il portafoglio gestito da Banca Agricola Popolare di Ragusa.
Le aziende beneficiare del finanziamento potranno destinare i fondi ottenuti (da un minimo di 20.00 euro fino a un massimo di 250.000 euro per una durata minima di 36 e massima di 60 mesi) per investimenti, per l’acquisto di scorte o per potenziare il capitale circolante.
La convenzione si inserisce nella ormai ultradecennale collaborazione tra la Banca ragusana e Commerfidi, caratterizzata dalla comune volontà di agevolare l’attività delle piccole e medie imprese, vero tessuto economico del territorio di riferimento delle due realtà finanziarie iblee.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria