';

Al Verga di Modica, i ragazzi mangeranno il panino in corridoio, mentre vanno in bagno


Riprendono le lezioni a scuola, e iniziano le prime polemiche. La piu’ singolare dell’anno scolastico appena iniziato è sicuramente quella nata, nelle ultime ore, all’Istituto Giovanni Verga di Modica. In sede di Consiglio di Istituto è stato deciso, tra le altre cose, che i ragazzi non potranno fare ricreazione, ma potranno andare “5 minuti cadauno al massimo” in bagno e consumare il panino durante il tragitto.


A molti dei genitori, dapprima è sembrata una fake news, degna di esser pubblicata da Lercio, ma dopo qualche ora hanno appreso che si trattava di una disposizione tutt’altro che falsa.


Inutile la rettifica di qualche studente, presumibilmente presente al Consiglio di Istituto, che non ha fatto altro che peggiorare il senso di una “divertente” disposizione dell’ Istituto, tesa sicuramente a fronteggiare il contagio del covid in mancanza di spazi e distanze minime di sicurezza in seno alle aule del Verga, dislocate, ricordiamo, in piu’ edifici a Modica, ma sicuramente poco pragmatica.


Si attende una precisazione, d’obbligo, del Preside dell’Istituto ed una presa di posizione del Sindaco di Modica.

La notizia è stata riportata dal coordinamento “cittadini liberi” di Modica. Inoltre, il coordinamento pone l’accento anche sul trasporto scolastico, chiedendo di non creare assembramenti sui mezzi e di evitarli all’uscita e all’ingresso di tutte le scuole.


Infine, nella nota, si aggiunge: “Meno peggio lasciar mangiare i ragazzi nella propria aula (come gia’ collaudato a fine anno scolastico scorso) piuttosto che inventarsi regole inapplicabili, atteso che 5 minuti per alunno, in una classe di 26 significherebbe impiegare oltre 2 ore per consentire a tutti di andare in bagno e mangiare un panino”.