AD ISPICA LA BANDA MUSICALE CITTÀ DI STAFFOLO


Accompagnata dal presidente Salvatore Amore, dal direttore Giannino Amore e da altri componenti il direttivo del Corpo Bandistico Città di Ispica di cui è ospite, è stata ricevuta dal sindaco Piero Rustico, oggi 19 luglio, la Banda Musicale Città di Staffolo, in provincia di Ancona, nelle persone del direttore della banda, il maestro Samuele Faini, della presidente Simona Bastari, clarinettista soprano, dell’assessore della città di Staffolo, il sassofonista tenore Rino Bacelli, e del già presidente della banda Damiano Cerioni che è stato il “motore” di tutta l’iniziativa. Il sindaco Piero Rustico ha in questo modo voluto sottolineare l’innata ospitalità di Ispica e l’amore e l’interesse per la musica di cui la città vanta un’antica tradizione. Proprio in questi due aspetti i punti di incontro tra Ispica e Staffolo, emersi dal colloquio amichevole, e che tramite le due bande hanno portato a questa forma di gemellaggio. Gli ospiti, nel presentare la banda e la loro città, hanno evidenziato quanto la tradizione musicale, a Staffolo, sia da sempre molto sentita e ben radicata risalendo, infatti, al secolo scorso. L’attuale banda musicale, formata da cinquanta elementi nella maggior parte in giovane età, si è presentata per la prima volta in un pubblico concerto nella Pasqua del 1978, data che ha segnato la sua rinascita. Successivamente si è esibita in varie manifestazioni musicali, sia in Italia sia all’estero, partecipando a numerosi festival e a scambi con altri gruppi musicali a carattere europeo. Non inferiori sono state le esperienze che ha compiuto in Italia con tournée e con presenze in trasmissioni televisive nazionali ma, soprattutto, con le diverse occasioni che le hanno dato l’onore di esibirsi  alla presenza del Santo Padre Giovanni Paolo II e del Santo Padre Benedetto XVI. La presidente Simona Bastari ha infine sottolineato l’impegno continuo di ogni componente per migliorarsi e perfezionarsi nelle varie forme musicali, dal classico al moderno, sempre in uno spirito di gruppo, con il preciso scopo di potersi rivolgere ad un pubblico diversificato per età e per interesse.  Il sindaco Piero Rustico, da parte sua, nel ringraziare gli ospiti per il concerto che offriranno agli ispicesi, domani 20 luglio, insieme alla Banda Città di Ispica, secondo quanto previsto nel programma per il festeggiamento della Patrona della città, ha tra l’altro evidenziato che “nel venire ad Ispica, la Banda di Staffolo ha il piacere di osservare una città sana nei suoi principi e bella per tutto quello che di naturalistico, architettonico e folcloristico offre, tutto questo sostenuto dalla cordialità e dall’affettuosa ospitalità dei componenti della Banda Città di Ispica”. A suggellare il piacevole incontro è stato lo scambio di semplici doni ricordo delle due città: due bottiglie del tipico Verdicchio e un orologio in ceramica con raffigurati i principali monumenti della città di Staffolo, donati al Sindaco, ricambiati con pubblicazioni varie tra cui i libri ‘La Basilica di Santa Maggiore in Ispica’ dello storico dell’arte Paolo Nifosì, “Ego Primogenita” dell’appassionato storico Francesco Fronte e il libro raccolta fotografica di Ispica di Salvatore Brancati. L’incontro è terminato con l’augurio da parte del Sindaco affinché “la permanenza ad Ispica della Banda di Staffolo, anche se breve, sia serena in modo che ne conservi un ricordo piacevolmente indelebile che possa essere in futuro motivo di ulteriore venuta nei nostri luoghi”.   

 

 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it