#DiventeràBellissima, Giorgio Assenza: “La legalità punto di partenza”


Condividi su:


#DiventeràBellissima, Giorgio Assenza: “La legalità punto di partenza”
redazionale
8 ottobre 2017

L’impegno per la legalità è una delle priorità del programma elettorale di Nello Musumeci. Il candidato alla presidenza della Regione, fondatore del movimento “Diventerà Bellissima” ha indicato la legalità e la trasparenza nella pubblica amministrazione come uno dei punti salienti del suo programma elettorale.

“Ciò che Nello Musumeci ha pensato – spiega Giorgio Assenza, deputato regionale uscente e candidato nella stessa lista a sostegno di Nello Musumeci – è una riforma strutturale che consenta di modernizzare la Sicilia, bloccata finora da decenni di malgoverno, e di proiettarla nel futuro”.

Musumeci ha chiesto il rispetto della legalità anche all’interno della coalizione. Il presidente, a più riprese, ha richiamato gli alleati, chiedendo di costruire delle liste con candidati di indubbia moralità e trasparenza

Giorgio Assenza rilancia: “Il presidente ha dato regole chiare, ha chiesto agli alleati ed ai partiti di presentare delle liste valide e pulite. Di certo, però, l’ultima parola spetta agli elettori. Saranno loro, con il loro voto, a scegliere chi dovrà rappresentarci all’Assemblea Regionale Sicilia. Nella lista “Diventerà Bellissima” non ci sarà posto per personaggi dubbi. Se noi rafforzeremo, con il nostro voto, questa lista, il rischio di avere degli impresentabili all’Ars sarà scongiurato”.

Assenza ha dato uno sguardo alla situazione attuale. “Ci lasciamo alle spalle un governo che ha saccheggiato e distrutto la Sicilia. Appena arriveremo al governo dovremo rimboccarci le maniche e camminare tra tante difficoltà. Ma le difficoltà e gli ostacoli non ci spaventano. Con Nello Musumeci, che ha dimostrato di avere governato benissimo, per dieci anni, la provincia di Catania, la Sicilia avrà le carte in regola per ripartire”.

“Di certo, però – ha aggiunto Assenza – non si possono addebitare le colpe solo al governo Crocetta, come sta cercando di fare il Pd. Il Partito Democratico ha sostenuto questo governo per cinque anni. E’ responsabile quanto Crocetta dei misfatti che sono stati compiuti. Lo stesso Pd aveva governato prima, per quattro anni, sostenendo il governo Lombardo, dopo l’ignobile ribaltone. Il Pd è al governo della Regione, incessantemente, da nove anni. Le loro responsabilità sono evidenti”.

Assenza ha già individuato le priorità per la Regione Siciliana e per la provincia di Ragusa. “C’è una sanità da migliorare per garantire il diritto alla salute dei cittadini: ospedali efficienti, servizi veri, lotta agli sprechi. Il mondo della scuola, sia per ciò che attiene il problema dei docenti, sia per le esigenze degli alunni, merita tutta la nostra attenzione. L’agricoltura è al collasso: servono delle norme chiare che permettano di risolvere i problemi del comparto. Servono leggi chiare ed interventi strutturali per far ripartire un settore che era l’asse portante della nostra economia e che oggi soffre incredibilmente”.

“Mi candido – ha concluso Assenza – come deputato della provincia di Ragusa all’Ars. La mia attenzione sarà rivolta, allo stesso modo, a tutti i comuni della provincia. Ciascuno di essi ha le proprie peculiarità e le proprie esigenze. Le abbiamo affrontate e discusse sempre, durante questi anni. Lo abbiamo fatto due, tre, quattro anni fa, non solo nel periodo elettorale. Da deputato di opposizione, ho cercato di fare il possibile, ma è chiaro che era difficilissimo ottenere qualcosa da un governo che ha brillato per la sua inefficienza e per la sua inconcludenza. Il 5 novembre, si potrà cambiare tutto questo: dare alla Sicilia un governo efficiente, competente, che sappia affrontare i problemi, che sappia assumere delle decisioni e portarle fino in fondo. Con Nello Musumeci anche la nostra provincia, anche l’agricoltura, anche i docenti, avranno un interlocutore autentico e potremo affrontare e risolvere molti problemi della nostra terra”.

articolo redazionale a cura del candidato


Condividi su:


Commenti