';

Ragusa, Passaggio a Nord-Ovest: un seminario di studi di americanistica


I variegati percorsi intrapresi dalla letteratura, dalla cultura e dalla critica americana tra vecchio e nuovo millennio. È il tema del seminario di studi di americanistica “Passaggio a Nord-Ovest” in programma sabato 23 ottobre alle 9, nell’aula 4 dell’ex Convento di Santa Teresa a Ragusa Ibla (via Orfanotrofio, 49), organizzato dalla Struttura didattica speciale di Lingue e Letterature straniere.


Nel corso deI seminario sarà presentato il volume “Guerre e conflitti: confinamenti e contaminazioni al fronte delle culture globali” (Agorà & Co., 2021), curato da Gigliola Nocera, docente di Lingue e letterature anglo-americane alla sds di Ragusa.


Interverranno Vincenzo Bavaro (Università di Napoli “L’Orientale”), Enrico Botta (Università degli Studi di Verona), Lorena Carbonara (Università della Calabria), Cristina Consiglio (Università di Bari), Fiorenzo Iuliano (Università di Cagliari), Donatella Izzo (Università di Napoli “Orientale”), Raffaella Malandrino (Università di Catania-Ragusa), Pilar Martinez Benedì (Università dell’Aquila), Gigliola Nocera (Università di Catania-Ragusa), Fulvia Sarnelli (Università di Messina).


Il volume è nato dall’idea di un gruppo di studiose e studiosi dal background alquanto diverso – che spazia dalla storia politica a quella delle culture e delle letterature; dalla storia della lingua e dalla filologia alla traduttologia; dalla geografia culturale alla geopolitica – di riunirsi per individuare un territorio comune nel quale poter condividere le proprie indagini.


Nella diversità diacronica e diatopica dei singoli ambiti di ricerca, e nella diversità della produzione scientifica di ciascuno, gli appartenenti al gruppo hanno individuato nel tema della guerra, delle crisi politiche o economiche, e dei conflitti socio-culturali, gli elementi da cui partire e verso cui convergere.


Sono elementi costanti nella storia delle civiltà, e che – in modo diverso e variegato, sul piano tanto reale quanto metaforico – sono generalmente sottesi a ogni tipo di contaminazione sociale, linguistica, o culturale, che da quelle guerre e quei conflitti discendono. La contaminazione è risultata quindi l’elemento cardine intorno al quale il volume ha preso corpo, e di cui i vari partecipanti al progetto hanno di volta in volta rintracciato e sottolineato gli elementi scatenanti.