LA POLIZIA MUNICIPALE ED I CARABINIERI “AIUTANO” UN IMMIGRATO


Durante il servizio per il controllo del territorio, a Santa Croce Camerina, due vigili urbani sono stati aggrediti. Ecco come si sono svolti i fatti, così come li ha raccontati il comandante della Polizia Municipale dott.ssa, Maria La Rosa:

Da qualche tempo la polizia municipale, per prevenire fenomeni di delinquenza, staziona, tutti i giorni, nelle ore in cui si verifica “l’ammassamento” degli extra comunitari, in via Caucana. Durante un normale controllo, i vigili, notano un Tunisino decisamente alticcio e con una bottiglia di liquore ancora in mano. Il sottoufficiale di pattuglia, si avvicina e chiede di consegnargli la bottiglia e di allontanarsi. L’extra comunitario si rifiuta; ma non solo: appena la bottiglia gli viene tolta batte la testa contro il muro provocandosi delle contusioni. Poi si allontana cercando  di entrare in un supermercato per comprare della birra. I vigili lo seguono per dare supporto al commerciante che si rifiuta di vendere altro alcool. Nel frattempo interviene anche una pattuglia dei carabinieri e l’episodio si chiude senza ulteriori complicazioni sempre possibili in simili circostanze.

Il comandante La Rosa, continua, spiegando la scelta di una pattuglia in via Caucana:

La scelta è in considerazione del fatto che in quella via sorgono diversi esercizi commerciali di cittadini tunisini. Il tardo pomeriggio è il momento in cui ne approfittano per comprare sia generi alimentari che altro.

In questo caso si è rivelato utile il servizio di prevenzione. Invocare leggi più severe e tanta prevenzione non deve collocare i santacrocesi nella pagina nera degli intolleranti. Il rispetto delle regole invece aiuta e favorisce l’integrazione di chi vive nella legalità.

 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it