ILARDO: SODDISFATTI, MA CHE FINE HANNO FATTO QUELLI CONTRARI? - Ragusa Oggi

ILARDO: SODDISFATTI, MA CHE FINE HANNO FATTO QUELLI CONTRARI?


Condividi su:


ILARDO: SODDISFATTI, MA CHE FINE HANNO FATTO QUELLI CONTRARI?
Cultura
16 febbraio 2011 20:26

“Siamo estremamente soddisfatti del risultato ottenuto a beneficio dei lavoratori impegnati nelle trivellazioni di c.da Tresauro, i quali hanno ricevuto dal Presidente Lombardo la garanzia sulla ripresa dei lavori”. Lo dichiara il capogruppo del Pdl al Consiglio Comunale di Ragusa, Fabrizio Ilardo, che aggiunge: “Come gruppo del Pdl, avevamo presentato anche un ordine del giorno da votare in aula a sostegno degli operai e dell’intero indotto, proprio con lo scopo di spingere il Presidente della Regione ad aderire alla nostra posizione. Fortunatamente il Governatore si è già adoperato per lo sblocco dei lavori. Il nostro impegno sarà comunque quello di discutere ed approvare il documento. L’obiettivo – continua Ilardo – è quello di mantenere una linea che l’amministrazione comunale ed il Sindaco Nello Dipasquale in particolare hanno già tracciato a difesa ideale di un processo di sviluppo che da decenni caratterizza il territorio ragusano”.

“Ci troviamo obbligati però – prosegue il capogruppo del Pdl – a sottolineare una strana situazione. Finché il Sindaco Dipasquale e la sua maggioranza si sono battuti per i tanti posti di lavoro a rischio, in molti si sono opposti tirando fuori ragioni puramente strumentali e puntando il dito sul capo della giunta cittadina accusandolo di essere contro il territorio ibleo. Ebbene, sono già alcuni giorni che si è venuto a sapere che i lavori in c.da Tresauro riprenderanno e nessuno di quelli che accusavano Dipasquale se ne è lamentato”.

“Ancora una volta – conclude Ilardo – siamo costretti ad evidenziare un brutto modo di fare politica ed opposizione. Non si capisce, infatti, come mai il gruppo del “No” ad oltranza sia stato presente fino a quando Dipasquale è intervenuto su questi argomenti e sia scomparso contestualmente all’intervento del Presidente Lombardo. E’ chiaro che esiste il fronte del “No” preconcetto e violento esclusivamente nei confronti del nostro primo cittadino e delle sue posizioni rispetto al progetto di sviluppo che più volte abbiamo dimostrato di portare avanti”.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria