A Modica, il Festival della scatola magica. La cinematografia sposa il sociale - Ragusa Oggi

A Modica, il Festival della scatola magica. La cinematografia sposa il sociale


Condividi su:


A Modica, il Festival della scatola magica. La cinematografia sposa il sociale
Cultura
21 ottobre 2019 15:35

Un Festival itinerante tra ottobre e novembre 2019 toccherà le regioni partner del
progetto “Movi-Menti: menti, corpi, comunità in movimento”, selezionato da
Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile,
per rendere protagonisti i ragazzi e presentare a genitori e pubblico i lavori che nel corso
dell’estate 2019 Fondazione Cinemovel ha realizzato durante i laboratori de “La
scatola magica”.
I laboratori estivi, realizzati nell’ambito di “Trasversalmente” (una delle 6 azioni – filone del
progetto) sono stati un momento di avvicinamento al cinema e alle tecnologie audiovisive
e multimediali e alla cultura visiva coinvolgendo complessivamente circa 130 giovani tra
gli 11 e i 14 anni.
Leonardo Da Vinci è stato lo spunto per sviluppare tante attività dove la scienza e la
tecnologia l’hanno fatta da padrone, permettendo ai ragazzi di toccare con mano attività
di video-making con l’ approccio inter-disciplinare Steam (scienza, tecnologia, ingegneria,
arte e matematica).

Ogni laboratorio, della durata di 40 ore, è stato condotto da formatori (sceneggiatori,
registi e video-makers) dando vita a diversi prodotti audiovisivi che saranno presentati al
pubblico nel corso del Festival. Questa carovana cinematografica toccherà i cinque
territori italiani coinvolti nel progetto: Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Campania e Sicilia,
ed entrerà nelle comunità coinvolte come momento di condivisione dei video realizzati e
di disseminazione, attivando così un processo di scambio e confronto tra i territori.
Un’esperienza unica che ha permesso al cinema di diventare strumento
sociale privilegiato.
Il Festival toccherà:
• Modica (Sicilia) – 28 ottobre
• Sapri (Campania)- 29 ottobre
• Morgex (Valle d’Aosta) 4 novembre
• Ivrea (Piemonte) – 5 novembre
• Santa Margherita Ligure (Liguria), 6 novembre
La direzione scientifica del Festival è affidata al divulgatore di cultura scientifica,
tecnologia e dell’innovazione Massimo Temporelli, che da oltre 20 anni si occupa di
diffusione della cultura scientifica, tecnologica e dell’innovazione tra aule universitarie, sul
web, nei musei, nell’editoria, in radio, in televisione, nelle aziende e nei FabLab.

COSA HANNO FATTO I RAGAZZI CON CINEMOVEL
La forza evocativa delle immagini, le tecniche sperimentate e le storie create all’interno di
un lavoro collettivo sono stati veicoli di socializzazione, stimolando il dialogo e la
riflessione sull’arte e la creatività, sulle tecnologie, ma anche su temi quali la coesione
sociale, il multiculturalismo, o ancora la sostenibilità ambientale e la responsabilità sociale.
Sono stati i ragazzi e le ragazze a ideare le storie e a sperimentare le tecniche e i linguaggi
narrativi per la creazione di cortometraggi, dopo un primo momento di percorso
ideativo. I giovani registi sono passati poi al concepimento di un’invenzione in ambito
scientifico e tecnologico, dalle prime intuizioni, ai disegni, alla realizzazione di un
prototipo fino alla sua sperimentazione, in un processo fondato sul fare esperienza e sul
valore dell’errore.
Stimolati dal racconto di Massimo Temporelli sul genio creatore di Leonardo Da Vinci,
i partecipanti hanno indagato il tema delle macchine “impossibili”, per poi passare
alla scrittura della storia, la progettazione e il disegno su carta e digitale, la produzione
con la stampante 3D, la costruzione con tecniche manuali di oggetti e del set su cui
mettere in scena le sequenze del racconto.
A questo si è unita la sperimentazione di tecniche miste, con sabbia, sassi, foglie, tessuti,
inchiostro, gessetti, diversi tipi di carta.
Da queste combinazioni sono poi nati oggetti “mobili”, a cui trasmettere il movimento
necessario per l’animazione in stop-motion. Tramite l’avvicinamento all’utilizzo della
video-camera e alle tecnologie digitali, i ragazzi coinvolti hanno infine sperimentano le
tecniche di stop-motion e realizzato un breve video.
Il progetto Movi-Menti che vede quale capofila la cooperativa NOI&GLI ALTRI,
coinvolge 5 regioni italiane: Valle d’Aosta, Piemonte (Canavese), Liguria (Tigullio),
Campania (Salernitano) e Sicilia (Val di Noto) per un complessivo di circa 50 partner
territoriali uniti contro la povertà educativa.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI E DETTAGLI E’ POSSIBILE CONTATTARE I REFENTI
REGIONALI DEL PROGETTO:
Valle d’Aosta – Cooperativa Noi&glialtri – Giuliana Ferrero – Cell. 348 2550432
Piemonte – Vittoria Burton – Consorzio Copernico – Cell. 345 1579396
Liguria – Lucia Merione – Corsorzio Tassano Servizi territoriali – Cell. 338 1044108
Campania – Adrea Pastore – Fond. Comunità Salernitana Onlus – Cell. 338 4109621
Sicilia – Graziano Assenza – Fondazione di Comunità Val di Noto – Cell. 339 1119793
Il progetto MOVI-MENTI è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del
Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da
un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum
Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere
gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena
fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del
Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza
scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.
www.conibambini.org


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria