Prevenzione rischio sismico a Ragusa. Approvato bando per i privati


Condividi su:


Prevenzione rischio sismico a Ragusa. Approvato bando per i privati
Economia
12 settembre 2017

E’  stato approvato a Ragusa il bando relativo agli interventi strutturali tesi alla prevenzione del rischio sismico di rafforzamento locale, di miglioramento sismico o eventualmente demolizione e ricostruzione di edifici privati. Con lo stesso atto si è deciso altresì di chiedere alla Protezione Civile Regionale di ammettere al finanziamento le istanze che perverranno nei termini previsti dal bando  stesso.

Il provvedimento  fa seguito all’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 344 del 9/05/2016 con cui viene disciplinata l’erogazione di contributi per interventi di prevenzione del rischio sismico. Lo stesso Dipartimento, tra l’altro, con nota del maggio scorso ha invitato i comuni a provvedere alla predisposizione ed alla pubblicazione del bando  per i cui interventi verranno utilizzati i finanziamenti statali assegnati alla Regione Siciliana.

Il bando approvato dal Comune,  pubblicato stamane come avviso pubblico di manifestazione di interesse all’albo pretorio online dell’Ente, rende noto a tutti i cittadini che è possibile presentare richiesta di incentivo per interventi strutturali tesi alla prevenzione del rischio sismico, su immobili di cui oltre i due terzi dei millesimi di proprietà delle unità immobiliari siano destinati a residenza stabile o continuativa di nuclei familiari e/o all’esercizio continuativo di arte professione o attività produttiva.

La misura massima del contributo per singolo edificio,  da destinare unicamente agli interventi sulle parti strutturali  sarà la seguente:

– Rafforzamento locale – Euro 100 per ogni mq di superficie lorda complessiva con  il limite massimo di 20.000 euro per ogni unità abitativa e 10.000 euro per altre unità immobiliari;

– Miglioramento sismico – 150 euro per ogni mq di superficie lorda coperta complessiva di edificio soggetta a interventi con  il limite massimo di 30.000 euro per ogni unità abitativa e 15.000 euro per le altre unità immobiliari;

– Demolizione e ricostruzione – 200 euro per ogni mq di superficie lorda coperta complessiva di edificio soggetta ad interventi con il limite massimo di 40.000 euro per ogni unità abitativa e 20.000 euro per le altre unità abitative.

La richiesta di contributo dovrà essere presentata entro sessanta giorni dalla pubblicazione del bando stesso.

 

 


Condividi su:


Commenti