“VALORIZZAZIONE DELL’APPORTO DEL VOLONTARIATO” - Ragusa Oggi

“VALORIZZAZIONE DELL’APPORTO DEL VOLONTARIATO”


Condividi su:


Sanità
13 luglio 2012 10:37

Ieri giornata afosa ma fruttuosa; infatti, presso il Dipartimento di Prevenzione ASP Ragusa, si è chiuso il Progetto Obiettivo che l’Assessorato alla Salute ha realizzato con il contributo fondamentale di  tutte le Aziende Sanitarie Provinciale della  Sicilia. Il percorso  ha permesso la formazione di  una nuova figura professionale  che sta a metà fra il volontario e l’assistente sociale, meglio denominata  “Caregiver”.

Persone che svolgono  una funzione di  sostegno alla persona affetta da patologia, ma al contempo   ne stimola  l’adozione a  corretti stili di vita. La preparazione dei volontari è stata realizzata con un corso teorico-pratico di 112 ore ed è stata focalizzata  specificatamente per le patologie: diabetica e cardiovascolari. Hanno dato il loro entusiastico contributo numerosi relatori provenienti sia da altre Aziende Sanitarie che  all’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa.

Il tirocinio pratico si è svolto in parte presso il  PTA di Comiso, la RSA di Scicli e l’Ufficio Prestazioni di Ragusa ed in parte presso le Associazioni che si occupano di Patologia diabetica in provincia: AIAD di Ragusa ed “Insieme per il Diabete” di Vittoria. Maria Teresa Fattori, responsabile del Progetto, è stata validamente collaborata da: il  Dr. Enzo Trapani, il Dr. Salvatore Guastella, la D.ssa Gianna Miceli e la D.ssa Daniela Bocchieri.

Gli stessi ieri hanno partecipato alla giornata conclusiva che ha visto la premiazione del  Dr. Salvatore Salafia,  autore dell’elaborato o “project work” ritenuto più interessante,  anche se la scelta è stata difficile, visto  l’impegno che tutti i volontari hanno dimostrato nell’elaborazione dei project work. Sono stati consegnati, a tutti i 33 partecipanti, gli attestati di frequenza a firma del Direttore Generale ASP.

I volontari, stimolati dal contatto con la realtà sanitaria ragusana, hanno manifestato la volontà  di portare avanti un’azione sinergica  a   supporto e sostegno dei malati cronici per la diminuzione dei ricoveri inappropriati e il conseguente  risparmio sia economico che di disagio umano.

 


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria