Spiagge a Ferragosto, 5 Stelle: “Se sindaco non è in grado di garantire l’ordine, abbia il coraggio di chiudere le spiagge”


E’ ancora polemica per quanto accaduto durante la notte di Sal Lorenzo lungo il litorale ragusano, con tutta quell’immondizia sparpagliata sulle spiagge che ha indignato la popolazione.

Come si ricorderà, era stato lo stesso sindaco di Ragusa, Peppe Cassì, a denunciare quanto accaduto con un post molto critico nei confronti dei suoi concittadini.

Stamani, però, i consiglieri comunali del movimento Cinque Stelle, Sergio Firrincieli e Antonio Tringali, pur non contestando quanto espresso dal sindaco, pongono l’accento su un’altra questione: perchè a Marina non ci sono servizi adeguati?

In particolare, i consiglieri affermano che hanno sempre sollecitato l’Amministrazione comunale a raddoppiare la presenza di contenitori dell’immondizia in spiaggia oltre a potenziare i controlli da parte della polizia locale, proprio perché si tratta di periodi particolari.

Bene, quest’anno che non l’abbiamo fatto è accaduto il patatrac. Il motivo? Non c’erano contenitori in più in spiaggia mentre i controlli ci sono stati solo all’inizio della serata e poi più niente. Quindi, che il sindaco critichi le giovani generazioni per la loro mancanza di senso civico ci sta senz’altro, occorre una maggiore responsabilizzazione da parte di tutti. Che, però, lo stesso sindaco non abbia fatto la propria parte per cercare di fornire servizi adeguati ed evitare che accadesse quello che è accaduto lo dobbiamo dire pure. Questa, in sostanza, la critica mossa a Cassì.

Poi, però, aggiungono: “Se il sindaco ritiene che abbiamo a che fare con una massa di giovani che si rendono autori di gesti inaccettabili, l’unica, in occasione della notte della vigilia di Ferragosto, è quella di chiudere le spiagge perché, senza i servizi e i supporti adeguati, le scene che si ripeteranno sono quelle che già abbiamo visto l’altra sera”.

E infine concludono: “Se l’Amministrazione comunale non è stata attenta in occasione della notte di San Lorenzo così come avrebbe dovuto, lasciando che tutti si dessero alla pazza gioia, allora dopo non può prendersela con i giovani che, a un certo punto, privi di alcun monitoraggio da parte delle forze di polizia locali, hanno perso completamente la bussola”.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it