“A CUOR LEGGERO” - Ragusa Oggi

“A CUOR LEGGERO”


Condividi su:


“A CUOR LEGGERO”
Sanità
26 giugno 2012 11:41

In Sicilia,  l’infarto miocardico acuto rimane stabilmente una delle principali cause di ospedalizzazione, nonostante i progressi nel trattamento dei maggiori fattori di rischio, per una popolazione di circa 5 milioni di abitanti, dall’anno 2008 le dimissione per infarto miocardico acuto erano 7174 nei maschi e 3373 nelle femmine ed ancora nel 2010 sono state 7475 nei maschi e 3679 nelle femmine. Quindi la prevenzione diventa importante così come la riabilitazione posto che, in provincia di Ragusa, secondo i dati forniti dall’ASP 7, il numero medio annuale di decessi per infarto miocardico acuto è di 86 maschi e di 61 donne. Le principali tematiche relative al ruolo della riabilitazione nel post infarto, saranno al centro di un seminario informativo dal titolo “A cuor leggero” che si svolgerà sabato alle ore 9,30 presso la sala conferenze dell’Ordine dei Medici di Ragusa. Non dimentichiamo che ogni anno in Italia circa 150.000 persone vengono colpite da infarto miocardico acuto. Circa il 50% dei pazienti che decedono per infarto muore prima di raggiungere l’ospedale. La mortalità intraospedaliera per infarto è scesa dal 31% degli anni Sessanta al 18% degli anni Settanta (l’avvio delle Unità Coronariche con ogni probabilità ha avuto un ruolo importante). Successivamente la mortalità è scesa al 12% (dopo il diffondersi della trombolisi). Attualmente la mortalità è intorno 5-6%; questa ulteriore riduzione può essere dovuta ad una serie di fattori, fra cui il miglioramento della tempestività e della qualità delle terapie, anche grazie al diffondersi delle tecniche di angioplastica primaria. Quindi Il seminario di sabato assume una grossa valenza informativa per tutti, non a caso l’ingresso è libero. Sarà dato spazio al ruolo fondamentale della riabilitazione cardiologica, cioè la riabilitazione dei pazienti con malattia cardiovascolare, psicologiche e sociali in modo che i pazienti con cardiopatia post-acuta o cronica possano riprendere o conservare il proprio ruolo nella società. Ad aprire i lavori saranno il dott. Giorgio Martorana, presidente dell’Ordine dei medici di Ragusa e il dott. Salvatore Pacini, direttore sanitario della Clinica del Mediterraneo. Seguiranno gli interventi della dott.ssa Simona Blengino, responsabile emodinamica dell’Istituto di Auxologico Italiano di Milano (Irccs), del dott. Giuseppe Greco, responsabile Cardiologia della Clinica del Mediterraneo, della dott.ssa Chiara Spatola, psicologa e psicoterapeuta di Milano, della dott.ssa Adriana Cilio, nutrizionista, e del dott. Marco Miano, cardiologo e componente dell’equipe dell’unità operativa di Cardiologia Riabilitativa della Clinica del Mediterraneo. Il seminario sarà moderato dalla dott.ssa Adriana Bazzi, medico e inviata del Corriere della Sera, firma nota dell’inserto Corriere Salute del quotidiano milanese. Ricordiamo  che l’atteso appuntamento di formazione è promosso dal Servizio di cardiologia riabilitativa della Clinica del Mediterraneo di Ragusa.

 

 


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria