VA IN SCENA: NON CE NE IMPORTA NIENTE - Ragusa Oggi

VA IN SCENA: NON CE NE IMPORTA NIENTE


Condividi su:


VA IN SCENA: NON CE NE IMPORTA NIENTE
Cultura
24 marzo 2011 15:18

Le sorelle Marinetti arrivano a Comiso giorno 25 marzo con lo spettacolo Non ce ne importa niente di Giorgio Bozzo per la Regia Max Croci, il tutto accompagnato dall’ orchestra composta da musicisti jazz, diretta dal Maestro Christian Schmitz. Non ce ne importa niente non è un semplice concerto, ma una vera e propria piece di teatro musicale dove la protagonista è la musica interpretata dalle Sorelle Marinetti. Le sorelle Marinette  sono tre “ragazze” particolari, che, affascinate dall’esperienza artistica e umana del Trio Lescano, si calano nei panni di tre signorine degli anni ’30 per raccontare con gustosi sketch la società del tempo e per interpretare i più grandi successi di quegli anni in perfetto falsetto e “canto armonizzato”. Le Sorelle sono Turbina Marinetti (Nicola Olivieri, 44 anni, attore e corista lirico), Mercuria Marinetti (Andrea Allione, attore, cantante e coreografo – cura le coreografie dello spettacolo) e Scintilla Marinetti (Marco Lugli, cantante e attore, diplomato ai Filodrammatici).

Queste tre canterine sono una creazione del produttore e autore Giorgio Bozzo. Sul piano artistico sono una cosa sola mentre su quello caratteriale, sono davvero una diversa dall’altra infatti Turbina, la maggiore, è la più saggia e posata; Mercuria, la mediana, più ingenua e sognatrice; Scintilla, la minore, più sfacciata e birichina. Sono state affidate al maestro preparatore Christian Schmitz che ha curato gli arrangiamenti e le trascrizioni del repertorio, le sorelle, già dalle prime incisioni di prova realizzate nella primavera del 2007, hanno prodotto ottime interpretazioni di “Tuli Tulipan” (Trio Lescano), “La gelosia non è più di moda” (Trio Lescano) e “Non sei più la mia bambina” (Delia Lodi). Ricordiamo il tutto è ambientato negli anni 30, anni di inquietudine ma anche di voglia d’evasione  e di spensieratezza data dai tanti autori, cantanti e direttori d’orchestra dell’Eiar, che è riuscita ha produrre un repertorio di canzoni che ancora oggi mettono di buon umore. E pensare che nel ’25 Mussolini disse: “Questa radio non funzionerà mai!”. Dopo i grandi successi ottenute in tutta Italia, le sorelle Marinetti, con i loro virtuosismi vocali delizieranno il pubblico del il teatro Naselli.


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria