';

“Storie di vita ed altre dolcezze”. Un viaggio nella memoria della città


Un viaggio in un Città che non si ricorda più. Ma che rimane intatta nelle sue identità storiche e di tradizione che hanno visto come protagonisti, donne, uomini, fatti ed avvenimenti che di Modica hanno saputo costruire quell’eterea architettura che rimane dentro di noi e che si chiama memoria.

“Storie di vita ed altre dolcezze” di Marco Sammito è stato un percorso di vita per discutere su questi tempi.
L’opera prima del giornalista e scrittore modicano alla prima ristampa, è stata presentata, venerdì scorso, al Palazzo della Cultura, nella sala “Salvatore Triberio, per iniziativa dal Rotary Club di Modica e del Kiwanis Club di Modica con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Modica.

L’autore ha conversato con Giovanni Favaccio in un dialogo che è stato caratterizzato da alcune toccanti letture di testo: testo che si compone di dodici novelle narrate con una prosa originale e ammaliante che fermano nel tempo fatti e avvenimenti e quindi salvano questo patrimonio di valori e di racconto.


“E’ stato per un noi un motivo di soddisfazione, dichiarano Antonio Davì, presidente del Kiwanis di Modica e Giovanni Adamo presidente del Rotary di Modica, assumere questa iniziativa culturale che riguardano la città in cui viviamo ed operiamo con dei racconti che mettono in luce protagonisti del passato le cui vite e le cui esperienze terrene valgono la pena essere tramandate alle future generazioni e Marco Sammito si è impegnato a farlo attraverso un scrittura straordinaria, ricca di particolari e di sfumature. Leggendo è come stare seduti e vedere un film.”


Il pubblico ha testimoniato, con una presenza attenta e partecipativa sino all’ultima riflessione della serata, la voglia di esserci e di ascoltare narrazioni di protagonisti lontani nel tempo. Conservandoli Marco Sammito li ha posti al riparo, in un luogo inaccessibile all’oblio e alla morte.