PRESENTATA LA MOSTRA DI PITTURA DELL’ARTISTA MODICANA - Ragusa Oggi

PRESENTATA LA MOSTRA DI PITTURA DELL’ARTISTA MODICANA


Condividi su:


PRESENTATA LA MOSTRA DI PITTURA DELL’ARTISTA MODICANA
Cultura
10 febbraio 2011 18:44

Un’artista che merita palcoscenici ancora più prestigiosi. Destinata, per la sua bravura, a trovare spazi di un certo respiro in ambito regionale e nazionale. Così il realizzatore Amedeo Fusco ha presentato, questa mattina, la mostra di pittura “Donata Scucces personale” in cui saranno esposte le opere del periodo più recente, gli ultimi tre anni, della pittrice modicana. “Donata Scucces personale” sarà inaugurata sabato 12 febbraio alle 18, presso “Il Chiodo” di via Mario Leggio 173 a Ragusa. L’esposizione, allestita con il contributo dell’assessorato alla Cultura e Tempo libero della Provincia regionale di Ragusa, potrà essere visitata sino al 26 febbraio dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 di tutti i giorni feriali. “Riesce a mettere su tela – ha detto Fusco parlando delle produzioni artistiche di Donata Scucces – gli stati d’animo più profondi, gli stati della coscienza, con squarci legati alla speranza che ciascuno di noi deve possedere per poter andare avanti”. Scucces ha parlato, invece, della sua passione per la pittura. “Che è nata in me – ha spiegato – sin da quando ero bambina, sin da quando ho avuto la forza di tenere una matita in mano. Devo dire che, per mia natura, sono abbastanza schiva e che i quadri da me realizzati non li espongo spesso. Adesso, grazie al sostegno fornitomi da Amedeo Fusco, sto cercando di superare questo aspetto legato ad una sorta di timidezza caratteriale”. Il catalogo della mostra di pittura è curato dal drammaturgo e poeta Rosario Sprovieri, rimasto molto colpito dalle opere di Donata Scucces che vengono definite “Scene dell’animo”.

“Donata Scucces – scrive Sprovieri – ferma su tela il chiarore dell’alba o il crepuscolo della sera, i suoi soggetti sono “tumulti e tempeste dell’animo” e, qui è difficile individuare i confini, limitato ed illimitato sono in un costante rapporto dialettico. Fra le ombre nasce un’atmosfera onirica che fa dei paesaggi rappresentati dall’artista, luoghi e “terre di mezzo” a metà strada tra il sogno e la realtà. Sconfinate profondità dello spirito, sintesi di mondo interiore e di una natura, dove l’infinito trova una dimora di pace”.

 

 


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria