MODICA, SECONDO APPUNTAMENTO CON IL “CAFFE’ CONCERTO”


Un appuntamento tra letteratura e teatro  quello che si terrà il prossimo 26 febbraio, alle ore 17,30,  al Palazzo della Cultura di Modica, nel quadro della stagione 2010-2011 organizzata dal Caffè Letterario Quasimodo. Il XVII sabato letterario  del circolo modicano sarà infatti dedicato ad una interpretazione delle “maschere” di Pirandello  all’interno di un Caffè  Concerto del Maestro Sergio Carrubba. A interpretare il testo del drammaturgo siciliano  sarà l’attore Giorgio Sparacino, Direttore della Compagnia teatrale “Utopia” di Ragusa, mentre Giuseppe Pitrolo, critico letterario del Caffè Letterario “V.Brancati” di Scicli  introdurrà i testi scelti  con dei commenti critici di preparazione all’ascolto. “Dopo quello sul Manzoni, questo è il secondo Caffè Concerto che si tiene in questa stagione,  afferma Domenico Pisana, Presidente del Caffè Quasimodo, e la scelta di Pirandello è stata dettata dalla costatazione della grande attualità dello scrittore agrigentino.

Possiamo dire che il nucleo centrale della tematica pirandelliana è il contrasto tra illusione e realtà, contrasto che va inteso in modo molto radicale e profondo, iniziando proprio dall’interiore coscienza di ognuno. Infatti in ognuno di noi c’è una serie di contrasti tra quello che vorremmo e quello che in realtà siamo, tra quello che sembriamo agli altri e quello che realmente siamo. Pertanto l’esistenza umana – prosegue Pisana – è una vicenda di solitudine, di pena e di illusioni, condizionata all’esterno da tutta una serie assurda di convenzioni, e amareggiata all’interno dalla consapevolezza della falsità e delle ipocrisie a cui si deve ricorrere per restare ‘nel flusso di vita’ della società. Tutti infatti indossiamo una “maschera”, conforme a ciò che da noi si aspettano gli altri e che noi ci siamo imposti”. Una serata, dunque, in cui la memoria letteraria  pirandelliana si confronta con la vita contemporanea.  

 

 

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it