FERMA LA TAC? SE NE PARLA AL NUOVO OSPEDALE DI IMMINENTE APERTURA! - Ragusa Oggi

FERMA LA TAC? SE NE PARLA AL NUOVO OSPEDALE DI IMMINENTE APERTURA!


Condividi su:


FERMA LA TAC? SE NE PARLA AL NUOVO OSPEDALE DI IMMINENTE APERTURA!
Sanità
14 maggio 2011 15:54

L‘Asp risponde sul fermo della TAC dell’Ospedale Civile o meglio del DEA (Dipartimento EMERGENZA Accettazione ) ed  appare corretto sottolineare come sia anche difficile e tortuoso scusarsi con la pubblica opinione quando non si ha il coraggio di ammettere pubblicamente i propri errori o le proprie quanto meno dimenticanze. Come si sarebbe dovuta comportare una Amministrazione seria e “sanitariamente corretta”?

In primis non avrebbe dovuto dimenticare di fare il rinnovo del contratto di manutenzione della TAC annessa al Pronto Soccorso,quella più importante e necessaria per una diagnosi, integrata nel Dipartimento di Emergenza ed accettazione e soprattutto l’unica del Civile; semmai si poteva risparmiare sulla manutenzione di una delle due del Paternò Arezzo,di cui  una quella in regola e ben poco usata,è in uso in un Dipartimento dove la TAC non è di urgenza ma servirebbe per il follow up delle malattie neoplastiche, quindi è una TAC per controlli, non per le emergenze.

Poi, ammesso e non concesso che si potesse dimenticare quello che hanno dimenticato di fare (a proposito ma qualcuno pagherà per questo oppure tutto va bene madama la marchesa, chissà cosa ne pensano a Palermo quando danno le pagelle ai Manager?) era oltremodo doveroso fare due cose:

a) attivarsi subito, trovare i fondi e adottare la dovuta deliberazione immediatamente esecutiva ma soprattutto

b) per correttezza informare la pubblica opinione, dando le dovute motivazioni a Cittadini utenti che pagano le tasse e devono, per lo più nelle emergenze e nelle urgenze, avere tutte le garanzie e non auspicare che non ci scappi il morto o peggio l’inabile, come in verità per fortuna e per il volere del Buon Dio è stato fino ad ora.

Infine la pietosa “bugia”, l’infantile “scusa” del risparmio per inserire nelle spese di manutenzione anche quelle del trasloco verso il Nuovo Ospedale; ma suvvia ci prendete pure per “cretini”. Apriremo intanto, (ma quando? allora sarà fra pochi giorni?) il Nuovo Ospedale che avrà la TAC del Pronto Soccorso, ma non avrà altro, nè personale nè pazienti, perchè se così fosse chissà quanti annunci avreste fatto in pompa magna “siamo pronti per aprire il Giovanni Paolo 2°”? E nel frattempo i pazienti da codice Rosso faranno su e giù per la discesa del “pericolo”; gli antichi dicevano il “guadagno di Marianna”. Tanto la vita o l’inabilità è degli altri, mica la nostra.

 


Condividi su:


Commenti

Post nella stessa Categoria