A SCUOLA SI IMPARA ANCHE A DANZARE


 

Conoscere il proprio corpo, relazionarsi con esso in modo sano, con l’ambiente in cui si vive e con gli altri. E’ un obiettivo non sempre facile da raggiungere anche per gli adulti.

Per questo si è pensato di indirizzare ai ragazzi della scuola primaria un progetto che li veda protagonisti nel movimento: tre le scuole del capoluogo coinvolte, l’istituto comprensivo G. B. Odierna, il Maria Schininà e il Paolo Vetri.

Duecento alunni per circa quattro mesi, oltre alle materie curriculari, assisteranno a lezioni di danza creativa, eseguite dalla professoressa Claudia Giglio coadiuvata dagli insegnanti delle scuole prescelte.

–         Anche questo è un momento di grande formazione per i ragazzi- commenta Elisa Marino, assessore alla pubblica istruzione che sposato con entusiasmo l’iniziativa- anche perché il movimento aiuta a scaricare l’aggressività e l’ansia.-     

Per Claudia Giglio si tratta della prima esperienza all’interno delle aule scolastiche e racconta di come le sue lezioni vengano seguite con grande fervore.

–         Anche per me è una bella esperienza- afferma- è interessante rilevare come da un colore o da una musica, gli alunni inventino movimenti del corpo spontanei e liberatori. Poiché i messaggi più autentici e veritieri partono proprio dal linguaggio del corpo-.

Per Laura Moncada, docente di Lettere, questa attività, in alcuni casi, si sta rivelando utile anche per il miglioramento degli apprendimenti.

– Ho notato- afferma- che in una classe soprattutto da quando si pratica danza il gruppo è più coeso e maggiormente predisposto all’attività didattica in generale. I risultati parlano chiaro-.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it