Le ricette di Barbara: cotolette di sarde alla siciliana facili facili


Le ricette di Barbara Conti: cotolette di sarde facili è un idea veloce e semplice da realizzare per un secondo di pesce gradito da grandi e piccini. Il periodo migliore per realizzare questa ricetta va da Giugno a Settembre quando le sarde sono belle grandi e croccanti. Le sarde possono essere utilizzate per la preparazione di tantissimi piatti, che vanno dagli antipasti, ai primi fino ad arrivare anche ai secondi, come quello che vi propongo oggi io. La ricetta cotolette di sarde facili è un piatto povero che fa parte della tradizione della cucina Siciliana, ma povero, unicamente per il suo costo così come il tortino di alici fresche.

A volte per mangiare bene basta poco e nel povero pesce azzurro si trovano sapori ed elementi nutrizionali senza pari. Ogni famiglia, praticamente, ha una sua ricetta per preparare le sarde fritte: c’é chi le impana come una cotoletta con la classica panatura nei tre passaggi(farina,uova e pangrattato), chi le fa marinare prima per qualche minuto con l’olio e il succo di limone e poi le frigge, chi la marinatura la fa ma solo utilizzando l’aceto o ancora chi le fa ripiene e fritte. Insomma in tutta la Sicilia da Palermo in giú troverete mille modi per cucinarle. Io utilizzo la ricetta tradizionale della mia nonna paterna. Pochi ingredienti per una ricetta cotolette di sarde semplici garantita.

Ricetta cotolette di sarde facili
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    5 minuti
  • Porzioni:
    6
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Sarde 1 kg
  • Pan grattato di mollica 250 g
  • Farina 00 200 g
  • Formaggio grattugiato (di tipo pecorino dolce o ragusano semistagionato) 50 g
  • Buccia di limone garttugiato 1
  • Limone (succo) 1
  • Sale q.b.
  • Olio di semi (per friggere ) q.b.
  • Timo q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Aglio 1 spicchio
  • Maggiorana q.b.

Preparazione

  1. Per prima cosa se le vostre sarde non le acquistate giá pulite dal vostro pescivendolo di fiducia, raschiatele leggermente con un coltello. Tagliate le pinne, staccate le teste e apritele a libro, lasciandole cioé attaccate sul dorso. Poi sciacquatele bene con acqua ed aceto e poi mettete a gocciolare in un foglio di carta assorbente.

  2. Ora passate alla realizzazzione della panatura. In una ciotola, rompete e sbattete le uova, aggiungendo un pizzico di sale e il prezzemolo finemente tritato.

  3. Prendete una ciotola o un piatto e disponete il pan grattato,unite il formaggio grattugiato che avete scelto, la buccia di limone grattugiata e gli aromi. Il timo e la maggiorana.

  4. Prendete un altro piatto e disponete la farina 00. Le sarde andranno prima passate nella farina 00, poi nelle uova sbattute ed infine nel pangrattato aromatizzato.

    Se volete ottenere una panatura ancora piú croccante ed ancora piú sfiziosa, ripetete queste ultimi step due volte. Schiacciando per bene la panatura con le mani.

  5. Prendete una larga padella e riempitela per 3/4 con l’olio di semi, e  fate riscaldare bene. La temperatura massima per una buona frittura é di 175 ° gradi. Iniziate a friggere le vostre cotolette di sarde, pochi pezzi alla volta. Cuocete due minuti per lato. Quando avranno un colorito ben dorato su entrambe le parti, scolatele e disponetele su un piatto ricoperto con della carta assorbente per togliere l’olio in eccesso.

  6. Le cotolette di sarde semplici andranno servite ben calde ai vostri ospiti, cosí che possano apprezzarne la croccantezza sfiziosa della loro impanatura. Magari accompagnatele con dell’insalata e delle fette di limone. Buon appetito

Note

Suggerimenti. Se non vi piace il sapore dell’aceto potete mettere a marinare le vostre sarde giá pulite con del succo di un limone per 20 minuti in frigo.

Le cotolette di sarde possono essere conservate in frigo per un giorno.

Invia le tue segnalazioni a info@ragusaoggi.it